Può capire di dover affrontare la formattazione del proprio computer. Possono verificarsi situazioni in cui l’unica soluzione ai problemi è quella di cancellare tutto il contenuto del disco fisso e reinstallare tutto da zero, dal sistema operativo alle app, fino ai file e i documenti personali. Si tratta di una soluzione estrema, ma che rientra nel campo delle eventualità. Ma con una differenza di rilievo rispetto al passato: l’intera operazione è più facile. Il nuovo sistema operativo Windows 10 (e successivi aggiornamenti periodici) dispone di una sezione dedicata agli strumenti di ripristino. Consentono di non fare del tutto piazza pulita e di conservare i propri documenti personali eliminando solo le impostazioni.

Se intendiamo seguire questa strada è comunque consigliato procedere in via preliminare con un backup dei dati, almeno quelli più importanti e irripetibili. Microsoft mette poi a disposizione uno strumento specifico per il ripristino. E allora, come fare a formattare con gli strumenti di Windows 10. Per trovarli occorre andare nelle Impostazioni e fare clic su Aggiornamenti e sicurezza. Quindi scegliere Ripristino per cominciare. Alla voce Reimposta il PC, cliccare su Per iniziare. Il sistema offre la scelta di mantenere i file personali oppure di eliminare tutto. Un’altra opzione è fare clic sul link Scopri come eseguire un’installazione pulita di Windows.

Nella pagina che si apre è possibile scaricare lo strumento fornito da Microsoft. L’aggiornamento Creators Update del sistema operativo Windows 10, integra uno strumento ancora più semplice chiamato Fresh Start, che scarica un’immagine ISO del sistema operativo.

Il nuovo aggiornamento di sistema operativo Windows 10 Fall Creators Update si caratterizza per la tante novità introdotte, tra cui la gestione degli aggiornamenti. Si tratta di un aspetto fondamentale poiché può capitare che proprio questi creino scompensi nell’esperienza d’uso, soprattutto nei computer meno recenti. Andando nelle Opzioni avanzate di Windows Update (accessibili dal menu Start cliccando su Impostazioni -> Aggiornamenti e sicurezza), gli utenti possono adesso disabilitare l’installazione degli aggiornamenti per un periodo massimo di 7 giorni. In questo modo non c’è il rischio che le attività subiscano un arresto o un rallentamento improvviso. Inoltre è possibile forzare il sistema a scaricare gli aggiornamenti anche in presenza di una connessione a consumo.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome