Bittorrent Bundle rende legale il download online.

Cos’è

BitTorrent si evolve e lancia BitTorrent Bundle, la nuova frontiera del download online. Questo formato file  multimediale ha poco più di un anno. Infatti, la versione alfa è stata lanciata nel maggio del 2013 tramite inviti che ne permettevano l’ingresso. Nello stesso “luogo digitale” sono contenuti diversi tipi di file per musica, video e testo. Il Bundle, dunque, non è solo un mp3, un album o un video, ma un formato ibrido che li può contenere tutti.

Come funziona

Questo file, a suo modo rivoluzionario, è scaricabile con il protocollo P2P, ovvero “peer-to-peer”. Alcuni dei contenuti sono liberamente accessibili, mentre un’altra parte di questi sono disponibili se “acquistati”, dove la moneta può anche non essere il “solito” denaro, ma anche un like sulla pagina Facebook ufficiale o un tweet o ancora la sottoscrizione della mailing list. Anche alcuni registi e musicisti già vedono BitTorrent Bundle come la prossima frontiera di “scouting” di nuovi fan e appassionati. Il torrent, infatti, permette agli artisti di far intravedere al loro seguito – o possibile tale – una parte della loro opera prima di renderla completamente accessibile. E il tutto assolutamente, e finalmente, in modo legale.

Il successo

Sono stati ben 60 i milioni di download che in poco più di un anno il nuovo Bittorrent Bundle ha registrato. Si parla, dunque, di una media di 164mila pacchetti scaricati al giorno. Il successo, quindi, è crescente. Il primo di questi formati di file è stato ideato con la collaborazione di Ultra Music, la famosa etichetta della musica dance, ed ha fatto registrare ben 4 milioni di download.

Un po’ di numeri

Già alla fine dello scorso anno erano 8.000 gli artisti, tra registi, scrittori, fotografi e musicisti che avevano deciso di partecipare al progetto. 2 milioni sono state le opere artistiche fornite e 448 i Bundle distribuiti in soli 7 mesi.