Se Apple è da sempre sinonimo di innovazione l’azienda che sicuramente ad oggi è la più competitiva nei confronti della casa della mela è sicuramente Samsung. Al contrario di Apple però Samsung spazia in numerosissimi campi e settori, non limitandosi alla parte di tecnologia inerente la musica, i pc e i device per la mobilità. Al Salone del Mobile di Milano 2014 Samsung ha presentato i suoi nuovi modelli e la sua nuova linea di elettrodomestici “bianchi”. Soprattutto, a far parlare di sé è la lavatrice Samsung Crystal Blue.

La nuova linea Samsung Crystal Blue di Samsung promette di segnare un nuovo step evolutivo nel campo della pulizia degli indumenti.
L’oblò di ingresso è molto generoso e garantisce facili manovre di carico e scarico, anche favorito dall’adozione delle nuove cerniere Metal Double Hinge.

Il display poi è decisamente futuristico, touch a 5 pollici consente la selezione delle funzioni principali e delle applicazioni in modo facile e intuitivo. Fin qui stiamo parlando solo di abbellimento o miglioramenti in termini di facilità d’uso, andiamo quindi a scoprire qual’è il vero punto di forza delle lavatrici della casa coreana.

Le Crystal Blue sono dotate di tecnologia Auto Optimal WashTM che consente alla lavatrice di decidere autonomamente il dosaggio di ammorbidente, detersivo e addittivi per un mese intero, in modo da ottimizzare i consumi.
Inoltre le lavatrici Samsung strizzano anche l’occhio all’ecologia con un sistema di bolle d’aria che permettono di sciogliere il detersivo nelle fibre anche a temperatre basse e consentono un risparmio di energia pari al 50%. Completa l’assetto tecnologico il Digital Inverter ch altro non è se non un motore basato su un magnete che consente la diminuzione dei rumori e un ulteriore risparmio energetico.

In queste lavatrici intelligenti non ha un ruolo meno importante il software. Una elevata quantità di programmi permette di pulire ogni tipo di sporco o macchia in modo mirato e su misura in base alle esigenze. Ovviamente le lavatrici Crystal Blue risultano connesse in rete e gestibili facilmente tramite le app dedicate presenti su smartphone tablet.

Crystal Blue segna quindi un nuovo passo in avanti verso l’innovazione e la casa connessa e basata sulla domotica più spinta. Per concludere uno sguardo ai prezzi che si aggirano attualmente intorno ai 2000 euro, non certo per tutte le tasche.