Microsoft ha ufficialmente presentato Windows 11, nuova versione del sistema operativo che sarà disponibile sia stand-alone che come aggiornamento gratuito per Windows 10.

Il software introduce una lunga serie di novità sul fronte del design, tra qui un rinnovato menu Start, una Barra delle applicazioni spostata al centro, nuove icone e finestre con angoli arrotondati e ombre.

Windows 11, le novità implementate

Con il nuovo sistema operativo Windows 11, i desktop virtuali possono essere personalizzati con temi o sfondi separati per ciascuno di essi e in Microsoft Edge è stata introdotta una nuova modalità di visualizzazione verticale delle tab. Per la produttività, le finestre possono essere sistemate in posizioni diverse, e non solo agli angoli o a schermo diviso in due, inoltre se si usano due monitor, Windows ricorderà la posizione di finestre e icone anche dopo aver staccato e ricollegato uno dei monitor.

Microsoft Teams, il programma per comunicare in audio e video, è ora integrato in Windows 11. Viene migliorata anche la possibilità di interazione del sistema con l’utente grazie alla possibilità di impartire più comandi vocali che non in passato grazie anche ad un miglior riconoscimento vocale e grazie anche alla presenza di Windows Widget, una funzione che sfruttando l’intelligenza artificiale cerca di proporre all’utente contenuti affini ai propri interessi.

Nel sistema sono stati adesso integrati anche sia il servizio Xbox Game Pass, sia le funzioni Auto-HDR e API Direct Storage per migliorare ulteriormente l’esperienza di gioco. Cambia molto anche Microsoft Store, il negozio online si rinnova e va anch’esso verso una personalizzazione più spinta mostrando contenuti più affini ai gusti dell’utente.

Grazie alla tecnologia Inter Bridge sarà possibile gestire anche applicazioni Android, che verranno proposte in una speciale sezione denominata Amazon Appstore. Queste sono le novità più interessanti e importanti di Windows 11. Purtroppo Microsoft non ha diffuso ulteriori informazioni circa la data effettiva di uscita, che dovrebbe comunque essere prima della fine dell’anno.

Come accennato, nella nuova versione Windows 11 trova spazio un espediente con cui abilitare il menu Start Classico. A quanto pare, basta modificare la chiave di registro Start_ShowClassicMode, introdotta proprio per questo scopo e presente in HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer\Advanced per abilitare o disabilitare il menu classico. Per abilitarlo bisogna impostare Start_ShowClassicMode come DWORD=0x1.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome