Arriva il giorno del rilascio di Android Oreo ovvero Android 8, nuovo aggiornamento del sistema operativo di Google. Ma se questa è la giornata in cui i primi cellulari compatibili potranno ricevere il software, per sapere cosa cambia nell’esperienza d’uso rispetto ad Android 7 ovvero novità e miglioramenti sviluppati dagli ingegneri di Mountain View, è già possibile fare riferimento alle versioni di prova ovvero alle developer preview rilasciate a più riprese. Ma attenzione: la stessa denominazione è ancora incerta. Nonostante la grande maggioranza delle indiscrezioni che circola in Rete indica questo nome, di ufficiale non c’è ancora nulla e occorre attendere poche ore.

Android 8 Oreo: presentazione in streaming

Più esattamente, l’appuntamento è alle ore 20.40 (italiane). Per lo streaming occorre fare riferimento alla pagina ufficiale www.android.com/eclipse. Appena disponibile, Android 8 Oreo sui terminali per cui sarà o è stato annunciato il supporto, arriverà una notifica con la segnalazione, ma seguendo il percorso Impostazioni -> Info sul telefono -> Aggiornamenti sistema, è comunque possibile verificare la disponibilità di eventuali upgrade di sistema operativo sul proprio dispositivo. I primi cellulari a ospitare l’update saranno come al solito queli a firma Google. Più esattamente si tratta di

  1. Google Pixel
  2. Google Pixel XL
  3. Google Nexus 6P
  4. Google Nexus 5X
  5. Google Pixel C
  6. Google Nexus Player

A seguire, messa alle spalle l’attuale major release Android 7 Nougat e i successivi update correttivi, sarà il turno dei vari device Samsung Galaxy, LG, Huawei, Sony Xperia, HTC e degli altri produttori. E siccome il mercato non è composto solo da smartphone top di gamma, ecco Android Go ovvero la versione leggera di Android O. Il software è stato immaginato per consentire una soddisfacente esperienza d’uso sui cellulari con 512 MB o 1 GB di RAM e memoria interna ridotta. Tra le novità ci sono la compatibilità alla trasmissione wireless audio tramite codec LDAC e l’implementazione della funzionalità Wi-Fi Aware per collegare dispositivi vicini senza la necessità di un Access Point comune.

Trova spazio in Android 8 il supporto nativo allo standard AptX in ambito di utilizzo Bluetooth così come quello alle API di Java 8 assicurando performance superiori ad Android Runtime.  Le nuove API AAudio sono chiamate a innalzare il livello delle prestazioni con una minore latenza in fase di utilizzo. Android O o Android 8 aggiunge la compatibilità con i font XML implementati e riconosciuti dalle applicazioni supportate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome