Attenzione ai regali di Natale hi-tech. Perché smartphone, droni, giocattoli connessi ed elettrodomestici intelligenti sono i possibili doni in cima alla lista di pericolosità per gli attacchi hacker. Ma anche PC, tablet, palmari, giochi e, più in generale, i dispositivi connessi alla Rete. A stilare la classifica è McAfee, che ogni anno redige la ricerca Most Hackable Holiday Gifts. Si tratta di una graduatoria preziosa perché pensata per agevolare i consumatori nell’acquisire consapevolezza sui rischi per la sicurezza associati ai regali delle festività di fine anno. Come si legge del report, notebook, tablet e smartphone sono obiettivi tradizionali degli hacker e se non protetti possono diventare un facile bersaglio delle applicazioni dannose.

Le 7 app da non scaricare sul cellulare

Qui entrano in gioco altre due questioni. La prima è sollevata dagli esperti di sicurezza Eset che, sul portale del Cert (Computer emergency response team), hanno indicato le app da non scaricare sui device Android ovvero i vari Huawei P10 e Huawei P9, Samsung Galaxy S8 e Samsung S7, LG G6 e HTC U11, solo per citare alcune tra le ultime uscite. Ebbene, semaforo rosso per Mex Tools, Cleaner for Android, Clear Android, World News, News Pro, oltre a gotov.games.toppro e slots.forgame.vul. Il download e la successiva installazione di queste app dal Google Play portano con sé il  software malevolo Android/TrojanDropper.Agent.BKY. Il problema, fanno notare da Eset, è la difficile riconoscibilità di queste applicazione che sembra a prima vista “perfettamente legittime”.

Da punto di vista tecnico, una volta lanciata una di queste app, il codice malevolo esegue il primo stadio di payload che decifra un secondo step memorizzato tra le risorse del software scaricato. Quindi viene richiesto di installare l’app di terzo stadio scaricata in forma di APK che appare sotto forma di un noto software di larga diffusione come Adobe Flash Player o altre app legittime come Android Update o Adobe Update. Infine, si passa alla concessione delle autorizzazioni necessarie a svolgere le sue azioni malevole. Il suggerimento pubblico ai possessori di un cellulare Android è di non scaricare app dagli store non ufficiali, di verificare la reputazione di un’app su Google Play e di installare e mantenere aggiornato un antivirus.

Infine, c’è anche McAfee a fornire i suoi consigli per mettersi al riparo dalle azioni dei malintenzionati:

  1. pensare prima di cliccare
  2. aggiornare i software
  3. fare attenzione al Wi-Fi pubblico e non fare acquisti o banking online da questo genere di connessione
  4. proteggere la propria rete domestica
  5. informarsi su come i produttori affrontano la sicurezza, anche quando si tratta di giocattoli connessi
Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome