Nasce ufficialmente il primo polo ecommerce italiano di prodotti editoriali. Si tratta del frutto dell’accordo tra Feltrinelli e Messaggerie Italiane. Basterà per assicurare una svolta e avere successo? A fare la differenza è anche la capacità di proporre una piattaforma convincente, facile da usare e ben promossa, indipendentemente dalla forza del catalogo delle proposte, comunque sterminata e pressoché come in Amazon. Anche perché permette di fare acquisti da venditori terzi con tanto di propri magazzini e prezzi. La vera sfida si gioca dunque su questo versante e non solo sull’unione fisica della produzione. Come dire, occorre il know how nel commercio elettronico, rispetto a cui Amazon è una società specializzata al di là del segmento dell’editoria (adesso starebbe perfino pensando di vendere farmaci e medicine) con anni di esperienza alle spalle in Italia e non solo.

Alleanza tra Feltrinelli, Messaggerie italiane (Ibs) e Librario

In questa nuova realtà confluiscono tre piattaforme digitali: Ibs.it, parte del Gruppo Messaggerie Italiane (multistore online), lafeltrinelli.it, ecommerce di Gruppo Feltrinelli, e libraccio.it portale specializzato nella vendita di prodotti editoriali e libri scolastici nuovi e usati, nato dalla partnership tra Ibs.it e Libraccio. L’intesa, soggetto all’approvazione dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato, prevede che la joint venture sia composta dal Gruppo Feltrinelli con il 50,1%, Messaggerie Italiane tramite la controllata Emmelibri con il 46,9%, mentre Argo, la holding di Gruppo Libraccio, con il 3%.

L’operazione punta a creare un’alternativa concreta e tutta italiana ai grandi player globali dell’ecommerce, Amazon su tutti, attraverso un’integrazione fluida del bacino di utenti delle tre piattaforme, la fidelizzazione sempre maggiore della clientela dei tre brand, che al momento rimangono separati e indipendenti, e la conseguente creazione di una community online ampia e solida. Il consiglio d’amministrazione della joint venture sarà presieduto da Carlo Feltrinelli, Alberto Ottieri, co-amministratore delegato di Messaggerie Italiane, ricoprirà la carica di vicepresidente.

Le dichiarazioni

A detta di Roberto Rivellino, amministratore delegato di Gruppo Feltrinelli, questo accordo dimostra la volontà e la capacità del suo gruppo di confrontarsi con la grande evoluzione del mercato contemporaneo dei prodotti culturali. Lo sviluppo online si integra infatti con i significativi investimenti che stanno garantendo alla rete retail, “dove la centralità del cliente, la diversificazione dei formati e il disegno di esperienze sempre più interattive ci stanno dando grandi soddisfazioni, pur in un momento così sensibile come quello attuale”.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome