Le novità secondo il responsabile di iTunes Store, Apple Music e iCloud



Apple fa il filo a Time Warner. Ha voglia di contenuti originali per ampliare l’offerta di servizi da proporre già con l’iOS 10 in vista del lancio sul mercato in autunno dell’iPhone 7. A proporre una possibile offerta su Time Warner è stato Eddy Cue, responsabile di iTunes Store, Apple Music e iCloud, nel corso di un incontro nel quartier generale di Time Warner a New York con il responsabile della strategia corporate della società, Olafsson. Già da tempo la società di Cupertino sembrava interessata a percorrere questa strada, ma questa volta intende fare sul serio e soprattutto vuole fare presto. Nella partita dell’innovazione, come dimostrano i recenti dati di vendita di iPhone, è indietro, e occorre una spinta in avanti.

Ed è proprio sul versante software che sarebbero da mettere in conto le principali novità per l’iPhone 7. Maggiori informazioni e rivelazioni sono attese dalla WWDC 2016, in programma dal 13 al 17 giugno a San Francisco, il consueto appuntamento della società di Cupertino con i suoi sviluppatori. Si tratta del palcoscenico da cui Apple mostra tutti gli anni l’anteprima del suo nuovo sistema operativo. Non solo l’iOS 10 per iPhone, iPad e iPod touch, ma anche OS X, e watchOS e TVOS. Replicando quanto visto lo scorso anno la multinazionale della mela morsicata ha messo a disposizione 350 borse di studio agli studenti e membri di organizzazioni Stem di tutto il mondo oltre a un aiuto concreto per consentire la partecipazione a 125 con limitate risorse economiche.

In aggiunta, come comunicato dalla stessa azienda di Cupertino, l’evento sarà popolato da un migliaio di ingegneri Apple che supportano più di 150 laboratori pratici ed eventi per fornire agli sviluppatori assistenza a livello di codice, approfondimenti sulle tecniche di sviluppo ottimali e linee guida su come possono ottenere il massimo nelle loro app dalle tecnologie iOS, OS X, watchOS e tvOS.

Sul fronte hardware ci sono ancora molte incertezze, anche se le indiscrezioni che arrivano da Cupertino convergono verso la proposizione del solito doppio modello, quello da 4,7 pollici (iPhone 7) e quello da 5,5 pollici (iPhone 7 Plus). Il tutto mentre sul fronte stretto della cronaca, Foxconn, azienda asiatica fornitrice non solo di Apple ma anche di Samsung e in passato tristemente nota per i suicidi, ha sostituto 60mila impiegati con robot, più che dimezzando la sua forza lavoro, da 110mila a 50mila. “Stiamo applicando la robotica e altre tecnologie di produzione in sostituzione delle operazioni ripetitive fatte dai dipendenti che a loro volta si concentrano di più su altri processi“, ha spiegato Foxconn.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 26 Media: 3.1]

NESSUN COMMENTO

Rispondi