Se c’è una funzione sempre più sfruttata sugli smartphone equipaggiati con sistema operativo Android è quella della localizzazione degli stessi device. Complice la paura di smarrire il proprio terminale carico della miniera di dati personali, Google mette a disposizione la funzione Trova il tuo telefono. Consente di reperire il dispositivo Android ovunque si trovi e purché sia collegato al web. E naturalmente che l’opzione dedicata sia attiva nello smartphone. Per verificarlo, basta entrare nelle Impostazioni del dispositivo e quindi fare tap sull’icona Google presente nella sezione Personale e scegliere Sicurezza. In Gestione dispositivi Android, assicurarsi che le opzioni Localizza questo dispositivo remoto e Consenti blocco e cancellazione da remoto siano operative.

A questo punto basta accedere al telefono da qualsiasi PC o altro apparecchio mobile. Basta entrare nel menu Trova il tuo telefono, nella sezione Account personale del profilo Google. Nella finestra Trova il tuo telefono vengono elencati i dispositivi tenuti sotto controllo. Per accedere alle funzioni disponibili, basta selezionarle con un clic del mouse. Uno dei punti di forza di questo strumento è la semplicità. Google guida passo dopo passo nelle operazioni consentite. In primo luogo, selezionando Fai squillare, si sente fin da subito dove si trova lo smartphone. Con l’opzione Individua si passa invece al rilevamento GPS.

A seconda della potenza del segnale mobile o Wi-Fi, la localizzazione è più precisa. Se collegato in 3G-4G a piena ricezione, lo scarto va dai 10 ai 20 metri. Se invece il dispositivo si trova in una zona poco coperta, l’accuratezza è approssimativa. Il passo successivo consiste nel bloccare il cellulare. Per prima cosa occorre impostare una password per blindare lo schermo e scrivere un messaggio che compare sul display. Google con Android propone la formula più che efficace: “Telefono smarrito. Aiuta a restituirlo al proprietario”. Indicare perfino un numero che può essere usato per eventuali contatti. Il punto successivo è scollegarsi dall’account Google registrato nello smartphone.

In questo modo si evita che il ladro possa leggere le email o scaricare contenuti dal Play Store. La soluzione finale è lanciare un reset completo. Il telefono, appena online, verrà riportato alle condizioni di fabbrica. Tuttavia non sarà possibile accedere ai dati memorizzati nel dispositivo. Se in precedenza non è stato eseguito un backup, andranno persi del tutto. Inoltre, le funzioni per la localizzazione e quella per far squillare lo smartphone non saranno più operative.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome