Qualsiasi video girato con lo smartphone può essere migliorato in fase di post-produzione, eliminando fotogrammi inutili ed eventuali errori. Soprattutto se puoi aggiungere foto, sottotitoli e una colonna sonora, il filmato acquisterà un aspetto semiprofessionale. Ma come fare per ottenere un buon girato di partenza, con pochi mezzi, utilizzando il proprio smartphone?

Consigli per girare un video con lo smartphone

Improvvisare un video con lo smartphone porta a commettere più errori da correggere in fase di postproduzione. anche se il video dura pochi secondi. Meglio mettere per iscritto quello che si vuole girare, prevedendo già cambi di inquadratura, tempi, battute. Come iniziare? Racchiudendo ogni concetto o messaggio in una singola scena, da sviluppare in pochi punti. Pure un video sulle vacanze può essere pensato e immaginato qualche minuto prima di fare tap su Rec.

Se non si ha a disposizione attrezzatura professionale, è meglio registrare sfruttando la luce naturale. All’aperto è preferibile scegliere le prime due ore dopo l’alba o un’ora prima del tramonto. Al chiuso una location vicino a una grande finestra esposta al sole.

È importante che le inquadrature risultino stabili. Un’immagine tremolante è sgradevole per chi guarda. Per chi vuole girare molti filmati, magari per promuovere la propria attività, è consigliabile investire in un treppiede per smartphone. Una zoomata mentre il tuo soggetto sta dicendo qualcosa di importante può rovinare tutto: spesso impatta negativamente sulla risoluzione dell’immagine. Meglio prevedere più inquadrature, sfruttando angolazioni differenti. Evitare però close up e primi piani.

E i filtri? Meglio pensarci dopo, in post-produzione. Si avrà così un girato pulito e se il filtro applicato non piace è sempre possibile sempre tornare indietro. Nessuno guarda un video in cui l’audio si sente male, specie quando mancano i sottotitoli: è il caso di acquistare un microfono. In alternativa, chiedere a un amico di registrare solo l’audio. In questo caso si potrà montare con il video in un secondo momento e scegliere una location il più silenziosa possibile. Ricordare infine che i video più visti e condivisi non superano i tre minuti di lunghezza.

A proposito, il video deve essere girato in orizzontale o in verticale? Non si tratta di un selfie: posizionare lo smartphone in orizzontale quando si gira, per catturare meglio la scena. Si otterrà un filmato più coinvolgente e immersivo. Ma se il video va condiviso su social come TikTok e Instagram, il formato deve essere verticale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome