Arriva il Surface Go, è un dispositivo 2-in-1, un po’ tablet e un po’ laptop e fa del prezzo ridotto il suo punto di forza. Ma con caratteristiche di primo piano, a tal punto che Microsoft si dice pronta a sfidare l’iPad e ai Chromebook. Dalla sua ci sono poi la leggerezza (521 grammi per uno spessore di 8,3 millimetri), un display da 10 pollici e una fotocamera frontale con il riconoscimento facciale per accedere alle funzioni ovvero all’utilizzo. Spinto dal processore Intel Pentium Gold 4415 Y con 4 o 8 GB di RAM, Surface Go è dotato di una batteria che, stando al produttore, è capace di assicurare nove ore di autonomia di nove ore.

Equipaggiato con sistema operativo Windows 10 S, il nuovo dispositivo arriva a tre anni di distanza dall’ultimo aggiornamento della gamma Surface ed è acquistabile con cover nei colori argento, rosso, blu o nero. Il prezzo? Da 399 dollari negi Stati Uniti. Il comparto accessori di completa con la Surface Pen ovvero il pennino per prendere appunto sul display e il Surface Mobile Mouse con connessione bluetooth.

Microsoft Surface Pro 2017: cosa cambia

Si ricomincia allora Surface Pro 2017 (in attesa del Surface Pro 6, calendarizzato per il prossimo anno) ovvero un concentrato di tecnologia chassis in magnesio sottile 8,45 millimetri e dal peso di 786 grammi che incornicia lo schermo Pixel Sense da 12,3 pollici con risoluzione pari a 2.736 x 1.824 pixel, densità di 267 ppi e proporzioni 3:2. Il terminale balza subito all’occhio per la rotondità dei bordi in ottica ergonomia ovvero quando l’esperienza d’uso passa da laptop a tablet. Dettaglio solo apparentemente in secondo piano, la chiusura (e l’apertura) non è più a scatto, dando così l’impressione di una maggiore resistenza.

Grazie alla cover con tasti Microsoft Surface Pro Type inclusa e alla Surface Pen opzionale è possibile scrivere, disegnare e prendere appunti in mobilità, sfruttando la potenza messa a disposizione dal processore Intel Core i5 di settima generazione Intel Core i3, Core i5 e Core i7 con 4 GB di RAM e 128 GB di spazio di archiviazione e la connettività Wi-Fi ac, Bluetooth 4.0 e USB 3.0. Equipaggiato di default con sistema operativo Windows 10 Creators Update (ma aggiornabile alle più recenti versioni del software), a bordo del nuovo Surface Pro trova spazio una batteria in grado di assicurare oltre 13 ore di autonomia. Ci sono anche una fotocamera da 8 megapixel in grado di registrare filmati HD a 1080p e una videocamera da 5 megapixel.

In dotazione lettore di schede microSDXC, mini DisplayPort e il tradizionale jack per cuffie da 3,5 millimetri. I prezzi di listino (ma adesso sono il livello medio dei costi è calato) variano in base alla configurazione scelta ed esattamente: Surface Pro Core m3 con 4 GB di RAM e 128 GB di storage di tipo SSD a 959 euro; Surface Pro Core i5 con 4 GB di RAM e 128 GB di storage di tipo SSD a 1.169 euro; Surface Pro Core i5 con 8 GB di RAM e 256 GB di storage di tipo SSD a 1.499 euro; Surface Pro Core i7 con 8 GB di RAM e 256 GB di storage di tipo SSD a 1.829 euro; Surface Pro Core i7 con 16 GB di RAM e 512 GB di storage di tipo SSD a 2.549 euro; Surface Pro Core i7 con 16 GB di RAM e 1 TB di storage di tipo SSD a 3.149 euro.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome