Le premesse sono state rispettate e l’evento di Londra per la presentazione del settimo smartphone della startup cinese OnePlus si è rivelato un gran successo. E non solo per i 1.350 biglietti messi in vendita e andati a ruba e catturato interesse anche in Italia, considerando la presenza di 50 connazionali. Ma per la qualità del device che ha messo tutti d’accordo. Perché con OnePlus 6, le sue linee eleganti, le prestazioni da top di gamma e (soprattutto) il prezzo competitivo, il produttore intende rivaleggiare a testa alta con la migliore concorrenza ovvero i vari Apple con iPhone X e iPhone 8, Samsung con Samsung Galaxy S9 e Huawei con Samsung P20.

OnePlus 6: le specifiche tecniche ufficiali

Ecco allora che OnePlus 6 è tutto in vetro e alluminio e mostra quel notch – la tacca nera nella parte superiore dello schermo, vista su iPhone X e Huawei P20, ma non su Samsung Galaxy S9 – che in realtà è considerata un affronto dai puristi delle linee. E anche se le dimensioni complessive del device sono le stesse della precedente generazione (155,7 × 75,4 × 7,8 millimetri di spessore per un peso complessivo di 177 grammi), il terminale esibisce un display più grande, da 6,28 pollici e con tecnologia Full HD, aspetto di forma di 19:9, densità di pixel di 402ppi e screen to body ratio di circa l’84%. Dalla sua c’è anche il processore più potente del momento ovvero il Qualcomm Snapdragon 845 con GPU Adreno 630 e accompagnato da 8 o 6 GB di memoria RAM, 64, 128 o 256 GB di memoria interna non espandibile.

Il dispositivo è dotato di sensore posteriore per il riconoscimento dell’impronta digitale lo sblocco facciale. Il comparto fotocamera si compone di un modulo dual-camera posteriore da 16 megapixel con apertura focale f/1.7 e da 20 megapixel con f/1.7 con stabilizzatore ottico dell’immagine. Gli utenti possono girare video in 4k a 60fps o 1080P in 60fps oltre che in slow motion. La fotocamera anteriore è da 16 megapixel con apertura f/2.0, utile registrare video in 1080P.

Equipaggiato con sistema operativo Android 8.1 Oreo (personalizzazione OxygenOS) e aggiornabile al nuovo Android P, il comparto connettività del OnePlus 6 passa dal supporto a Wi-Fi ac, Bluetooth 5.0, dual-sim Lte, Gps e Glonass, oltre che dal jack da 3,5 millimetri e l’ingresso Usb-C. Disponibile in tre colori (Mirror Black, Midnight Black e Silk White), OnePlus 6 è acquistabili online dal 22 maggio a un prezzo che varia da 519 a 619 euro in base al modello scelto. La batteria è un’unità da 3.300 mAh compatibile con la ricarica rapida Dash Charge, ma senza ricarica wireless. Da segnalare che il produttore assicura la resistenza all’acqua di OnePlus 6, ma manca una certificazione ufficiale.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome