L’anno di svolta, per ciò che concerne l’avvento dei cellulari pieghevoli, è stato il 2019. Le case produttrici hanno presentato diversi modelli, percorrendo però strade alternative. Samsung e Motorola, ad esempio, hanno puntato su un sistema dove lo schermo rimane all’interno. Huawei, invece, ha optato per una soluzione, dove il display resta all’esterno anche da chiuso. Poi vi è la piega verticale e quella orizzontale, tipica dell’Oppo X, dove si riducono gli ingombri. Presentiamo in rapida carrellata alcuni tra i migliori cellulari pieghevoli, attualmente disponibili sul mercato italiano 2021.

Samsung Galaxy Z Flip 5G

Il debutto di questo smartphone pieghevole targato Samsung è avvenuto nell’estate del 2020. Il display interno è da 6,7 pollici e si caratterizza per una risoluzione da 1080 x 262 pixel; il display esterno, invece, è da 1,1 pollici con risoluzione da 300 x 112 pixel. Il processore del Samsung Galaxy Z Flip 5G è lo Snapdragon 865+. Ottima la connettività, buona l’autonomia della batteria da 3300 mAh ed eccellente la doppia fotocamera posteriore da 12 megapixel La fotocamera anteriore infine risulta inserita all’interno dello schermo.

Motorola Razr 5G

Motorola Razr 5G smartphone pieghevole performante con un hardware più che discreto, composto dal processore Snapdragon 765G, da una RAM da 8 GB, da uno storage interno da 256 GB e da una batteria da 2800 mAh. Le fotocamere rasentano la sufficienza. Il display, invece, è ciò che rende unico questo terminale prodotto da Motorola: lo schermo interno è da 6,2 pollici con risoluzione HD+ da 876 x 2143 pixel, mentre quello esterno è da 2,7 pollici con risoluzione da 792 x 600 pixel. Tallone d’achille del Motorola Razr 5G è il surriscaldamento immediato, quando è sotto stress.

Huawei Mate XS

Il primo smartphone pieghevole che ha fatto il suo debutto nel febbraio del 2019 (in Italia esattamente un anno dopo). Pesa 300 grammi e dispone di due batterie da 2.250 mAh ciascuna. L’autonomia è nel complesso buona. Con 4 fotocamere, il comparto multimediale dell’Huawei Mate XS si dimostra versatile. Realizzare scatti fotografici di qualità è cosa fattibile un po’ dappertutto.

Oppo X

Non ancora sul mercato, dalle prime prove di Oppo X sono emersi la cura dei minimi particolari in quanto a design e la maneggevolezza ai massimi livelli. La configurazione testata ruota attorno al processore Snapdragon 865 accompagnato da una RAM da 8 GB e 128 GB di memoria interna. Capitolo software, bocche cucite dalla sede del produttore cinese.

Sulla stessa falsariga di quanto evidenziato in materia di hardware, non si hanno ancora notizie ufficiali inerenti al debutto sul mercato del nuovo Oppo X che, è bene sottolineare, è solo un prototipo. Indiscrezioni sostengono che verrà messo in commercio entro l’anno, ma occorre prenderle con le dovute precauzioni. Riuscirà il nuovo Oppo X ad ottenere importanti quote di mercato in Italia e nel resto del mondo? I presupposti sembrano esserci tutti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome