I nuovi cellulari Android di Google, Pixel 2 e Pixel 2 XL, sono diventati realtà e la fase delle preordinazioni è già iniziata. La novità di questo 2017 è il coinvolgimento del mercato italiano. A differenza della prima generazione dei device, questa volta sarà disponibile per l’acquisto almeno uno dei due Pixel. Esattamente la variante XL realizzata da LG, solo nel taglio di memoria da 128 GB, al prezzo di listino di 989 euro. L’appuntamento con i negozi è per il 15 novembre. La seconda novità, dopo l’esperienza con la serie Nexus e la prima versione degli smartphone Pixel, è l’accordo con il primo operatore telefonico. Pixel 2 XL arriverà infatti nei negozi dell’operatore 3 Italia che applicherà le sue tariffe.

Google Pixel e Pixel XL più economici

In questo contesto di novità e di attesa, Google ha ridotto il prezzo di listino della prima generazione di Pixel, quella lanciata sul mercato lo scorso anno di questi tempi. Più esattamente, il Google Pixel è acquistabile a 549 dollari sul Google Store, mentre il Google Pixel XL richiede un impegno di spesa di 669 dollari. Tanto per avere un confronto diretto, il Pixel 2 è propsto a 649 dollari nella release da 64 GB di storage, il Pixel 2 XL a 849 dollari nelle versione base. Inutile girarci attorno: se c’è un aspetto che balza subito all’occhio è quello degli elevati prezzi di listino, a livello degli altri smartphone top di gamma, iPhone inclusi.

Sono insomma terminati i tempi in cui i terminali della gamma Nexus (il Nexus 5 su tutti) rappresentavano il miglior compromesso tra costi contenuti e prestazioni elevate. Anche perché la nuova strategia di Mountain View con i nuovi Pixel è l’integrazione dell’intelligenza artificiale con l’hardware e il software per innalzare il livello di esperienza d’uso. E questo passaggio ha un costo. Inevitabile allora che sia già corsa alla ricerca di offerte o sconti come quelli proposti da Best Buy. E in Italia? La buona notizia è rappresentata appunto dal coinvolgimento del nostro Paese. La cattiva è il livello superiore dei prezzi. Tuttavia, ciò non esclude l’opzione di acquisto in un mercato estero.

Dal punto di vista tecnico, il Google Pixel 2 mostra uno schermo Oled da 5 pollici (6 pollici per il Pixel XL) e a spingerlo ci pensa il processore Snapdragon 835 con 4 GB di memoria RAM e 64 o 128 GB di memoria interna non espandibile. Tutti e due resistenti all’acqua e alla polvere con tanto di certificazione IP68, portano con sé un lettore di impronte digitali posteriore e un sistema di ricarica veloce che promette fino a 7 ore di autonomia in 15 minuti. Anche se nessuno dei due modelli monta una doppia fotocamera posteriore, il punto di forza è proprio il comparto fotografico con un raffinato sistema che analizza in tempo reale ogni singolo pixel dell’immagine.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome