La Ue ha deciso di tenere invariati i livelli di glifosato accettati nell’agricoltura nonostante molto opposizioni a questo rinnovo di legge. E ora un avvocato del gruppo di coloro che ha battuto Monsanto è pronto a sfidare la stessa Unione Europea, anche perchè nuove ricerche che avrebbe in mano indicano che il glifosato è ancora più pericoloso. E forte di questi documenti potrebbe vincere una seconda causa.

La faccenda si fa adesso terribilmente seria perché l’avvocato che negli Usa ha ottenuto da Monsanto un risarcimento da 289 milioni di dollari per un giardiniere ammalatosi di cancro in seguito all’esposizione prolungata al RoundUp, il principale prodotto a base glifosato, punta l’indice contro i presunti metodi adottati dall’azienda produttrice del pesticida per ottenere pareri compiacenti da funzionari pubblici risultati favorevoli dagli studi scientifici.

Il tutto stato annunciato in occasione di una conferenza dal Gruppo dei Verdi al parlamento europeo per presentare nel i cosiddetti Monsanto papers ovvero i documenti interni alla multinazionale di recente acquisita dalla Bayer e desecretati solo lo scorso anno.

In questo contesto i Verdi accusano di aver avuto molti problemi in commissione Pesticidi a livello comunitario a invitare esperti indipendenti e delle organizzazioni non governative. L’obiettivo è costringere Monsanto a rilasciare altri documenti legati alla vicenda dell’autorizzazione del glifosato in Europa.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 3 Media: 3.7]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome