Il nuovo incubo degli italiani si chiama bollette. La stretta attualità riferisce infatti del problema rimborsi in seguito al passaggio da 28 a 30 giorni della fatturazione delle compagnie telefoniche. Con il cambio delle tempistiche i gestori hanno infatti deciso di trattenere la mensilità aggiuntiva annuale distribuendola nelle 12 bollette, ma allo stesso tempo di opporsi alla richieste dei rimborsi. La questione è ancora aperta e destinata a durare ancora per un po’, così come quella del pensionato di 79 anni di Castelsantangelo sul Nera, nella provincia di Macerata, a cui le società di gestione di luce e gas hanno chiesto di pagare duemila euro di presunti consumi.

Richiesta di pagamenti per consumi presunti

Presunti perché da un anno e mezzo la casa è disabitata in seguito al terremoto che ha sconvolto la zona. Eppure di conguaglio in conguaglio e tra interessi per mancati pagamenti, l’uomo si è visto recapitare una richiesta di versamento di 807 euro per il servizio elettrico e oltre 1.400 euro per la fornitura di gas. Le società hanno infatti calcolato i costi sulla base della media dei consumi dello stesso periodo degli anni precedenti.

Ma c’è soprattutto un altro aspetto che a Mario Davidde non è andata proprio giù: l’impossibilità di parlare con qualcuno per spiegare la propria posizione. Stando alla sua ricostruzione, ripresa anche dai grandi media nazionale, non sono servite a nulla né le raccomandate cartacee inviate e né i messaggi con posta elettronica certificata perché la risposta automatica sarebbe sempre stata quella di pagare con tanto di estratto conto aggiornato.

La situazione del 79enne di Castelsantangelo sul Nera presenta tutti i caratteri del paradosso: da una parte ci sono uffici che non funzionano e non effettuano le necessarie verifiche prima di creare situazioni di disagio e difficoltà e dall’altra c’è la difficoltà lamentata nell’instaurare un contatto umano, sacrificati in nome dell’efficienza tecnologica.

Articolo precedenteiOS 11.3: beta 3 per iPhone e iPad, ma anche problemi con le mail Yahoo! su iOS 11
Prossimo articoloHacker e attacchi digitali: così influenzano le elezioni

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome