Gli attacchi ai computer domestici sotto forma di virus, malware e ransomware sono ormai all’ordine del giorno. A sorprendere non è tanto la loro frequenza, quanto l’impatto sempre più devastante che, in alcuni casi, hanno sulla salute del PC. La presenza di un buon programma antivirus a difesa delle minacce della Rete è basilare. Insieme a un firewall rappresenta il primo livello di protezione e come tale deve essere aggiornato con regolarità. La difficoltà maggiore è scegliere quello più adatto ed efficace alla luce delle tante opzioni prospettate, gratis e a pagamento. Ma prima di lanciarsi nell’individuazione della soluzione giusta, perché non provare con Windows Defender, peraltro già installato nei computer equipaggiati con sistema operativo Windows?

Come usare Windows Defender contro virus, malware e ransomware? Come premesso, il software è già presente nel sistema operativo Windows 10, ma non come impostazione predefinita. Per attivarlo occorre andare nelle Impostazioni, fare clic su Aggiornamento e sicurezza e poi, nella colonna a sinistra, su Windows Defender. Se il programma non è attivo, attivarlo, ma solo se in caso di disinstallazione di altri antivirus. La prima cosa da fare dopo avere attivato Defender è entrare nelle Impostazioni. Per farlo basta un clic sull’icona a forma di ruota dentata in basso a sinistra. Defender include anche un firewall da configurare a piacimento nella sezione Protezione firewall e della rete. Viene anche data la possibilità di chiudere l’accesso alle app o lasciare eccezioni.

La sezione Protezione da virus e minacce è la più importante. Qui è possibile eseguire una scansione veloce, modificare le Impostazioni di protezione e controllare gli aggiornamenti. Le Impostazioni sono configurate in modo da rispondere alle raccomandazioni di Microsoft, ma sono modificabili o escludibili alcuni elementi dal controllo dell’antivirus. Nella sezione Home, è visualizzabile lo stato di tutti i servizi. Un messaggio di errore o una richiesta di aggiornamento ha sempre un pulsante per risolvere il problema. Poi ci sono le Opzioni famiglia con accorgimenti e opzioni dedicate.

E attenzione, avere due antivirus nel computer non è una maggiore garanzia di protezione. Al contrario, è un rischio per la stabilità del sistema e una possibile causa di conflitti. Quando si sceglie un programma antivirus è dunque sconsigliato fare il bis. La stessa Microsoft raccomanda l’uso di Windows Defender soltanto dopo avere disinstallato ogni traccia di antivirus di terze parti. Occorre anche ricordare come disinstallare un antivirus in ogni sua parte non sia un’operazione così semplice. Di conseguenza è importante accertarsi che tutti i suoi file siano stati cancellati dal sistema.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 2 Media: 3]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome