Apple amplia l’Independent Repair Provider Program con opzioni aggiuntive per accedere ai servizi di riparazione. Questo programma del settore consente a piccoli e grandi centri di riparazione di effettuare interventi sugli iPhone usando ricambi originali Apple, in modo da garantire sicurezza e qualità. Dopo il lancio negli Stati Uniti lo scorso autunno, più di 140 centri di riparazione indipendenti hanno aderito al programma, per un totale di più di 700 nuove sedi sul territorio americano.

E ora le iscrizioni sono aperte anche ai fornitori in Europa e in Canada. A oggi non ci sono aggiornamenti per il territorio italiano. Tutte le aziende che partecipano al programma hanno accesso a formazione gratuita da parte di Apple e agli stessi ricambi originali, strumenti, manuali di riparazione e servizi di diagnostica dei Centri Assistenza Autorizzati Apple e degli Apple Store.

Independent Repair Provider Program

Dopo il lancio dell’Independent Repair Provider Program negli Stati Uniti, ora la partecipazione è aperta anche ai centri di riparazione indipendenti in 32 Paesi europei e in Canada. L’iscrizione non comporta alcun costo e la formazione è gratuita per tutti i nuovi partecipanti. Per essere idonei al programma, i centri devono contare nell’organico un tecnico certificato Apple in grado di effettuare le riparazioni.

Apple amplia le opzioni di riparazione a disposizione dei clienti grazie a una rete globale di oltre 5.000 centri assistenza autorizzati Apple, che supportano milioni di utenti offrendo assistenza in garanzia e fuori garanzia per tutti i prodotti della mel morsicata. Lo scorso anno, l’azienda ha annunciato l’espansione della rete con l’aggiunta dei negozi Best Buy negli Stati Uniti, triplicando il numero di centri assistenza autorizzati rispetto a tre anni fa.

Durante l’emergenza sanitaria Apple ha rimodulato la sua offerta di opzioni di riparazione e lavorando con i partner per la salute e la sicurezza di clienti e personale, e nel assicurare la continuità dei servizi di assistenza. Per esempio, sono disponibili opzioni aggiuntive per le riparazioni mail-in, e l’azienda ha potenziato il supporto alla rete di fornitori esistenti per garantire che le interazioni con i clienti si svolgano nel rispetto delle linee guida su salute e sicurezza.

Come spiegato da Jeff Williams, Chief Operating Officer di Apple, l’intenzione è di offrire ai clienti che hanno bisogno di una riparazione una gamma di opzioni che, oltre a rispondere alle loro esigenze, garantisca anche la sicurezza e qualità, affinché possano usare il proprio iPhone il più a lungo possibile.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome