Sempre più storie su Instagram perché nonostante il loro carattere temporaneo (o forse proprio per questo) continuano a riscuotere successo. Sono i dati delle visualizzazioni a dimostrarlo, che viaggiano di pari passo con la produzione. Ma quali sono le app imperdibili per stories imperdibili?

Magisto. In tre step aiuta a creare una video-story interessante. Il punto forte è un’intelligenza artificiale che applica al video tecniche di editing come stabilizzazione, riconoscimento dei volti, filtri ed effetti vari.

Unfold. Questa app permette di creare il set di Instagram Stories con pochi tap sullo schermo. È facile e intuitiva da utilizzare ed è molto usata dai travel influencer per raccontare i propri viaggi o dai foodblogger per le proprie ricette.

Adobe Spark. Punto di forza è l’immediatezza perché con ogni tocco possiamo cambiare layout, tavolozza di colori, stile tipografico e scegliere di applicare dei filtri.

Canva. Consente di aggiungere alle storie testi, loghi, icone. Canva mette a disposizione dei modelli pronti all’uso, in caso in cui non ci sentissimo creativi.

Inshot. Permette di tagliare, velocizzare, applicare filtri, testo e adesivi ai video.

Instagram, altre novità in arrivo

Sono in arrivo nuove regole sulle modalità di utilizzo di Instagram. La popolare piattaforma social di proprietà di Facebook ha infatti deciso di chiedere la data di nascita a tutti i nuovi utenti. Si tratta di un modo per tutelare i minorenni da pubblicità inadeguate, come quella degli alcolici o di altri prodotti soggetti a limiti di età e offrendo nuove misure di sicurezza per gli utenti più giovani.

Fino a questo momento Instagram si è limitata a chiedere al suo miliardo di iscritti solo se l’età è maggiore o inferiore a 13 anni. Il controllo è aumentato man mano che ha superato l’app di Facebook in termini di popolarità tra adolescenti e giovani adulti, contribuendo in modo determinante alla crescita delle entrate di Facebook.

Tra le altre novità, Instagram sta sviluppando una nuova app di messaggistica chiamata Threads progettata per favorire connessioni “costanti, intime” tra i suoi utenti. La nuova app consente alle persone di condividere posizione, velocità e durata della batteria con i cosiddetti “amici intimi” su Instagram. Se lanciato, Threads sarà l’ultima app di messaggistica aggiunta al portafoglio di Facebook, che possiede già Instagram, Messenger e WhatsApp.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome