histomap cover
Histomap la prima infografica sulla storia dell'umanità

Siamo ormai tutti abituati a vedere infografiche di ogni tipo. I social ci hanno insegnato a conoscere in maniera più diffusa questo modo di rappresentare gli argomenti.
Ci sono infografiche sugli sviluppi futuri, sull’uso dei social media, sulla povertà nel mondo, sui gusti sessuali, sull’utilizzo delle nuove tecnologie…
Ma se ci occupiamo del futuro, del futuro tecnologico, come possiamo non partire dalle nostre radici? Dalla storia?

Ecco allora un’infografica interessante che risale al 1931.

Esiste una Histomap creata da John B. Sparks e stampata per la prima volta da Rand McNally nel 1931. Secondo gli studiosi questa enorme infografica è perfettamente in linea con il trend della saggistica negli anni venti e negli anni trenta, l’idea di “outline” ovvero distillare soggetti di grandi dimensioni come la storia dell’uomo in una forma comprensibile anche alle persone meno istruite. L’articolo prosegue tra 4.000 anni.

Histomap
Histomap, 4.000 anni di storia condensati in un solo foglio

Roba da tenerti incollato alla sedia

La pubblicità del prodotto lo annunciava come un grafico “chiaro, vivido e privo di elaborazione” eppure “in grado di tenerti incollato alla sedia” perché capace di presentare in un solo fogliol’immagine reale del cammino della civiltà, dalle capanne di fango degli antichi attraverso il fascino della monarchica del Medioevo al panorama vivente della vita attuale in America”.

Costava un dollaro

Era necessario un dollaro per acquistare questa infografica lunga 5 piedi ovvero 1,5240 metri.
La carta in realtà enfatizza molto il concetto di dominio, è incentrata infatti su come il potere di diversi popoli si sia evoluto nel tempo, una spiegazione quasi razziale della storia, cosa abbastanza popolare all’epoca.

Qualche mistero ma un buon successo all’epoca

Rimane qualche mistero sulla lettura dell’infografica, ovvero non è chiaro che cosa significhi l’ampiezza dei flussi colorati. Se l’asse Y rappresenta il tempo che cosa rappresenta l’asse X?
La Histomap che potete vedere completa qui in tutti i suoi dettagli, ebbe un buon successo, ricevette apprezzamenti da storici e da molti acquirenti, tanto che seguirono altre due pubblicazioni, una era focalizzata sulle religioni e l’altra sull’evoluzione. Quest’ultima è visibile qui.