I televisori “intelligenti” sono i televisori di ultima generazione, quelli che permettono di connettersi a internet e di usufruire di servizi online normalmente destinati ai computer. Eppure, la maggior parte degli utenti che li acquista lo fa solo ed esclusivamente per sostituire il vecchio televisore ormai datato o non più funzionante. E spesso quasi mai usa la nuova tv per navigare.

Le sue potenzialità sono tante: streaming, video on demand, giochi, app, social network, skype, e addirittura la possibilità di sostituire il telecomando con il proprio smartphone o tablet. Eppure i consumatori continuano a farne un uso tradizionale e cioè si limitano a guardare i canali tv. Inoltre sono molte le critiche mosse a questi apparecchi: la rapida obsolescenza dovuta anche all’impossibilità di aggiornare il software, i sistemi operativi limitati e pieni di bug, e la possibilità di attacchi da parte di hacker. Molte critiche riguardano anche il prezzo: in media una tv “smart” costa il 30-40% in più di una tv normale, ma c’è da dire che anche la qualità video è nettamente superiore, la risoluzione, i colori, sono tutt’altra cosa.

Ma quindi la smart tv è utile o no? Conviene comprarla? Dipende tutto dall’uso che se ne fa e da ciò che si sta cercando in un televisore. Quel che è certo è che attualmente si tratta degli apparecchi più all’avanguardia disponibili sul mercato, nonostante le varie critiche più o meno fondate. Ed è molto probabile che entro breve tempo nei negozi ci saranno solo smart tv. E’ il progresso, la tecnologia, così come è avvenuto tra videoregistratori e lettori dvd.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome