Mentre la ISS orbita continuamente intorno al nostro pianeta e nonostante l’ultimo carico di rifornimenti sia ingloriosamente esploso poche settimane fa, sull Stazione Spaziale Intenrnazionale l’azione non sembra essersi fermata. Infatti, tra un esperimento in assenza di gravità e l’altro, i cosmonauti intenrazionali provano a sperimentare anche nuove frontiere estetiche, attravero giochi che poco hanno di scientifico, all’apparenza, come mettere una GoPro dentro una goccia d’acqua.

Come funziona l’acqua in assenza di gravità?

In teoria, i liquidi in asssenza di gravità tendono ad assumere una forma sferica. In fondo, essere in assenza di gravità significa che i liquidi sono in caduta libera e, se la fisica del liceo vale ancora qualcosa, i liquidi in caduta libera assumono proprio una forma sferica. In assenza di gravità, però, i liquidi hanno anche un altro comportamento che ha attirato la curiosità di Steve Swanson, Reid Wiseman, e Alexander Gerst durante la scorsa estate.

E’ la tensione superficiale, stupido

L’acqua è una molecola meravigliosa fatta da due atomi (nuclidi, dicono i chimici) di idrogeno e uno di ossigeno. La molecola d’acqua non è diversa da una batteria: ha un + e un -. Il +, è rappresentato dai nuclidi di idrogeno che hanno perso i loro elettroni a favore del molto più grande nuclide di ossigeno. Questo fa sì che ogni molecola sia attirata dall’altra e che l’acqua abbia quella tensione superficiale che fa sì che, nonostante sia liquida, mantenga, comunque, lo stato liquido. Non essendoci costrizioni della forza di gravità, la forma che l’acqua prende in assenza di gravità è pergettamente sferica.

Altre conseguenze della tensione superficiale

Il fatto è che l’acqua è comunque sempre liquida e la sua formula di struttura le impedisce di andare a zondo a destra e sinistra come se fosse del volgare mercurio. Quindi, c’è un equilibrio tra la spinta dell’acqua a esplodere (cosa che accadrebbe se si trovasse in un ambiente non pressurizzato) e la sua tensione superficiale. Ecco come nasce la sfera che gli astrunauti hanno esplorato.

Leggi anche: