Il futuro è qui se è possibile mettersi al volante della nuova Seat Leon 2020 e conoscere tutti i dettagli dei suoi interni grazie alla realtà virtuale realtà virtuale. Siamo davanti a un modello aggiornato e innovato che sta andando alla conquista dei mercati, anche italiano, grazie al design e al comfort interno che offrono un’ottima esperienza di guida unica.

Ma laddove è difficile se non impossibile (come in questo periodo) testare di persona le caratteristiche dell’auto, ecco che la casa automobilistica spagnola ha trova il modo per sorprendere. Si tratta di una alternativa per mettersi al volante senza uscire di casa in questa quarantena. Grazie a un video studiato nei minimi particolari, il costruttore iberico consente di salire a bordo della nuova Seat Leon e di esplorare gli interni grazie alla realtà virtuale.

Prova su strada Seat Leon con la realtà virtuale

Utilizzando la tecnologia dedicata è possibile spostarsi all’interno dell’abitacolo di Seat Leon 2020 con una vista a 360 gradi, a iniziare dal posto di guida. Durante il tour virtuale viene data l’opportunità di vedere il touchscreen da 10 pollici per il sistema di infotainment della versione di riferimento poiché lo schermo della versione di accesso alla gamma sarà di 8,25 pollici.

Lo schermo centrale da 10 pollici con un sistema di controllo gestuale facilita l’interazione dell’utente e la sua posizione elevata e offre la sensazione di avere tutto a portata di mano, sia interagendo con il sistema multimediale e sia gestendo il sistema di controllo climatico e gli assistenti dell’auto.

Naturalmente non è possibile provare il controllo vocale o i rinnovati sistemi di assistenza alla guida con i quali Leon riesce a riconoscere l’ambiente circostante. Se i proiettori Full Led e la luce coast-to-coast hanno segnato l’evoluzione nel design della nuova Leon, anche l’illuminazione interna ha contribuito a questa trasformazione.

La luce circonda l’intero cruscotto e continua attraverso le porte, aumentando così l’effetto surround. Ma non si stratta di un esercizio di stile perché – come spiegato da David Jofré, designer di interni della casa automobilistica spagnola – porta con sé anche una serie di funzioni di spicco, come gli indicatori di presenza della moto che si avvicinano dalla parte posteriore.

Lo stesso Jofré fa notare che nei sedili di Seat Leon, le spalle alte e la massima larghezza possibile nella zona superiore offrono comfort e protezione e mettono adeguatamente in luce il carattere sportivo di questo veicolo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome