Le scelte per il blocco schermo su Windows Phone è su sei layout diversi
Le scelte per il blocco schermo su Windows Phone è su sei layout diversi

Arriva da Microsoft l’applicazione che consente di personalizzare il blocco schermo su Windows Phone. L’app si chiama Live Lock Screen Beta e, scegliendo tra sei layout diversi, donerà un tocco unico al proprio smartphone, purchè sia un Windows Phone.

Design diversi

Ognuno dei 6 layout ha un design diverso per quanto riguarda non solo l’animazione per lo sblocco dello schermo, ma anche per data, ora e notifiche. Tra le impostazioni si può scegliere di optare per l’ultima immagine da Bing fissa o far scorrere immagini sempre nuove tutto il giorno.

Qualche difetto

Confrontando con le dichiarazioni di chi già possiede l’applicazione, la versione Beta di Live Lock Screen potrebbe non funzionare a dovere. La soluzione, in certi casi, è semplice: basta reinstallare l’applicazione. Non è detto, però, che questo basti davvero a risolvere qualsiasi bug.

L’occhio vuole la sua parte

Qualche difetto a parte, Microsoft si sta rilanciando mettendo sulla piazza prodotto nuovi e soprattutto appetibili per i comsumatori. D’altra parte, anche l’occhio vuole la sua parte e quest’applicazione è di certo basata sull’estetica. Di Live Lock Screen, compatibile con gli smartphone con una memoria di 512 RAM o superiori, è disponibile l’update Windows Phone 8.1 sui terminali WP8 già in commercio.

Action Center

La versione Beta consente di avere l’Action Center, con cui si possono vedere le notifiche dei propri Social, della email o di altro e agire su impostazione come il Bluetooth, la modalità aereo, il Wi-Fi, o anche funzioni nuove come Wi-Fi Sense e Data Sense. Nel dettaglio, Data Sense tiene traccia delle connessioni dati usate mensilmente e ne offre un prospetto per ogni applicazione utilizzata; Wi-Fi Sense, invece, consente di trovare subito gli hotspot gratuiti a cui connettersi. Inoltre, Windows ha sviluppato una propria versione di Swype, il metodo di scrittura per i dispositivi touchscreen, creando la nuova tastiera virtuale Word Flow.