AirTag permette agli utenti di tenere d’occhio i propri oggetti personali, come chiavi, portafoglio, borsa, zaino, valigia direttamente dall’app Dov’è. AirTag è stato progettato per aiutare a ritrovare i propri effetti personali e non per seguire gli spostamenti di altre persone o dei loro oggetti.

I tracciamenti indesiderati sono ormai da tempo un problema e progettando AirTag, Apple ha prestato particolare attenzione a questo aspetto. Ecco perché la rete Dov’è è realizzata all’insegna della privacy e usa la crittografia end-to-end. Ed è sempre questo il motivo che ci ha portato a creare il primo sistema proattivo che avvisa l’utente di eventuali tracciamenti indesiderati. Ecco allora che sono in arrivo una seri di aggiornamenti.

Nuovi aggiornamenti per AirTag

Nuovi avvisi sulla privacy durante la configurazione di AirTag: in un prossimo aggiornamento software, durante la prima configurazione di AirTag l’utente vedrà un messaggio che dichiara in modo esplicito che AirTag è pensato per ritrovare i propri effetti personali, che l’utilizzo di AirTag per seguire gli spostamenti delle persone senza il loro consenso è un crimine in molte parti del mondo, che AirTag è progettato per essere rilevato dalle vittime, e che le forze dell’ordine possono richiedere informazioni identificative del proprietario dell’AirTag.

Risposta ai problemi relativi agli avvisi per gli AirPods: questo avviso non verrà mostrato se viene rilevato un AirTag nelle vicinanze; solo per AirPods (terza generazione), AirPods Pro, AirPods Max e gli accessori di terze parti nella rete Dov’è. Nello stesso aggiornamento software, Apple aggiornerà l’avviso mostrato all’utente in modo che faccia riferimento agli AirPods invece che a un oggetto sconosciuto.

Documentazione di supporto aggiornata: Apple aggiorna l’articolo di supporto sui tracciamenti indesiderati su apple.com per comunicare le funzioni di sicurezza integrate in AirTag, negli AirPods e negli accessori della rete Dov’è.

Questa pagina include spiegazioni aggiuntive su quali accessori della rete Dov’è possono attivare un avviso di tracciamento indesiderato, un maggior numero di immagini per fornire esempi specifici di questi avvisi, e informazioni aggiornate su cosa fare dopo aver ricevuto un avviso, incluse le istruzioni per disattivare un AirTag, gli AirPods o un accessorio della rete Dov’è. Sono anche disponibili link a risorse utili quando si pensa che la propria sicurezza sia a rischio, come il National Network to End Domestic Violence (rete nazionale per porre fine alla violenza domestica) e il National Center for Victims of Crime (centro nazionale per le vittime di crimini).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome