Per la sua nuova generazione di smartphone, Samsung si affida a 3 dispositivi: Galaxy S22, Galaxy S22+ e Galaxy S22 Ultra. I telefoni di fascia molto alta mostrano un prezzo diverso, a volte sopra i 1.000 euro. Ma perché una tale differenza

Cosa cambia tra Samsung Galaxy S22, S22+ e S22 Ultra

Quest’anno, Samsung non ha aspettato molto per mostrare la sua esperienza negli smartphone ultra premium. Durante l’ultimo Galaxy Unpacked di febbraio, il produttore sudcoreano ha ufficializzato i Samsung Galaxy S22, S22+ e S22 Ultra. Veri gioielli di alta gamma con caratteristiche interessanti. Tre telefoni per tre usi diversi e soprattutto tre prezzi distinti. Una differenza di prezzo di circa 400 euro tra il classico modello Galaxy S22 e la versione S22 Ultra. Ma cosa giustifica una tale differenza?

Quali sono le differenze tra il Galaxy S22 e il Galaxy S22+? È in termini di dimensioni dei telefoni che si giustifica la differenza di prezzo tra i due dispositivi. Il Galaxy S22 è un terminale compatto con il suo schermo da 6,1 pollici. Da parte sua, il Galaxy S22+ disegna un pannello più grande da 6,6 pollici. È quindi destinato agli utenti che cercano una buona diagonale per godersi tutti i contenuti in streaming nelle migliori condizioni. Al contrario, il Galaxy S22 piacerà agli utenti che non desiderano un telefono ingombrante. In entrambi i casi beneficeranno di un pannello AMOLED con definizione Full HD+ e una frequenza di aggiornamento di 120 Hz, che rende il display più fluido in ogni circostanza.

L’hardware è la seconda differenza. Il Samsung Galaxy S22 beneficia di una batteria da 3.700 mAh che supporta la ricarica rapida (25 W cablata e 15 W a induzione). Il Galaxy S22 + è alimentato da una batteria da 4.500 mAh, che beneficia di una ricarica rapida cablata da 45 W e wireless da 15 W. La versione + è quindi più resistente e veloce da caricare rispetto al fratellino. Un plus per chi desidera uno smartphone capace di accompagnarlo tutto il giorno.

Per il resto, il Samsung Galaxy S22 e S22+ sono simili come due gocce d’acqua. C’è da dire che entrambi si affidano a un design con bordi leggermente arrotondati, proprio come gli angoli, per una presa molto piacevole. I due smartphone si adornano di tanti colori, ovvero verde, bianco, nero e rosa. Quattro ulteriori colorazioni sono disponibili esclusivamente sullo store ufficiale Samsung: grigio, panna, azzurro e viola. Hai quindi la garanzia di avere uno smartphone che corrisponda davvero ai propri gusti.

Un’altra somiglianza visibile: il modulo fotografico sul retro. Entrambi i telefoni hanno un sensore principale da 50 megapixel, un grandangolo da 12 megapixel e un teleobiettivo da 10 megapixel. Quest’ultimo offre uno zoom ottico ×3 e uno zoom spaziale ×30 (uno zoom digitale). Ancora una volta Samsung garantisce un’ottima versatilità fotografica, capace di gestire tutti gli scenari. Soprattutto perché la parte software non è tralasciata con le ottime modalità notturne, il timelapse o la modalità AR Doodle originale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome