Birdscout
Birdscout

Se siete appassionati di birdwatching e vi state preparando per andare ad osservare i vostri animali preferiti, non lasciate a casa il vostro smatrphone. Il vostro telefono di ultima generazione diventerà infatti il nuovo elemento immancabile nell’equipaggiamento del perfetto birdwatcher. Dimenticate le pesanti guide necessarie a riconoscere le varie specie di volatili o gli ingombranti blocknotes per prendere appunti sugli avvistamenti: da ora in poi per fare tutto questo basterà un’app.

La tecnologia applicata al birdwatching

L’app Birdscout, disponibile gratuitamente su Google Play, è stata realizzata Claudia Foglieni al Politecnico di Milano per Ebn Italia. L’applicazione offre la possibilità di ricevere gli avvistamenti più recenti e di suddividerli per località, provincia o macrozona. L’utente può anche operare una suddivisione per specie e inserire le proprie osservazioni. Attraverso GPS o reti Wi-Fi, i birdwatchers possono condividere i loro avvistamenti attraverso le mailinglist o inviare foto ai social network.

 Le funzionalità

L’app offre diverse funzionalità per semplificare la vita ai birdwatchers che amano la natura senza rinunciare alla tecnologia. Gli appassionati che si doteranno di quest’app potranno avere informazioni aggiornate sugli ultimi avvistamenti in Italia, salvare i propri avvistamenti con la possibilità di aggiungere particolari e foto, accedere alla lista delle località dove si possono osservare particolari uccelli, condividere gli avvistamenti includendo anche foto scattate personalmente, consultare schede specifiche per ogni specie e località, utilizzare la funzionalità ricerca per trovare informazioni e personalizzare i dati scaricati.

Osservare e condividere

L’app Birdscout rende il birdwatching un’esperienza nuova: la ricerca di nuovi luoghi di osservazione diventa più facile e l’aggiornamento sugli ultimi avvistamenti danno al birdwatcher la possibilità di trovarsi sempre nel posto giusto al momento giusto. L’esperienza di scoprire nuove specie e di immortalare il risultato di lunghi appostamenti immersi nella natura diventa social: grazie alla possibilità di condividere foto e annotazioni il birdwatcher potrà tenersi costantemente in contatto con gli altri appassionati e condividere con loro tutto il materiale raccolto.