Robinhood è un’app di trading gratuito che consente agli investitori di scambiare azioni, opzioni, fondi negoziati in borsa e criptovaluta senza pagare commissioni. La piattaforma di trading sarebbe adesso al lavoro per quotarsi presto in Borsa, secondo alcune fonti di stampa già entro marzo, per altre nell’arco del 2021.

Nelle sue fasi iniziali, Robinhood si è distinto come uno dei pochi broker che offre scambi gratuiti. Ma con molti broker online di grandi nomi che eliminano commissioni di trading, Robinhood ha dovuto trovare altri modi per distinguersi. Tra le piattaforme dove migliaia di piccoli e medi investitori, giovani compresi, si scambiano suggerimenti, è una di quelle coinvolte negli sprint e relativi rimbalzi al ribasso a Wall Street di Gamestop, l’azienda statunitense che vende in tutto il mondo videogiochi nuovi e usati.

Svolta per la piattaforma di trading Robinhood

Robinhood offre sia trading web che mobile, ma le piattaforme sono volutamente essenziali e alcuni investitori potrebbero trovare carente la gamma di titoli negoziabili e opzioni di conto. Nell’ultimo anno, la piattaforma ha anche ricevuto critiche per interruzioni premature e restrizioni commerciali a causa della volatilità del mercato. Adesso emerge – secondo Bloomberg – che Robinhood starebbe per presentare una Ipo riservata entro marzo, per procedere con il deposito entro poche settimane.

Avrebbe già avviato colloqui con potenziali sottoscrittori, ma non sarebbe ancora stata presa una decisione definitiva e potrebbe anche cambiare la tempistica. L’impegno di Robinhood a fornire azioni, opzioni, Etf e criptovalute senza commissioni al 100% è ammirevole e il risparmio per gli investitori che commerciano frequentemente è significativo.

L’azienda avrebbe tra l’altro considerato di vendere, con procedura inusuale, alcune azioni dell’Ipo direttamente agli utenti. Dopo la valutazione dello scorso anno da 11,7 miliardi di dollari in un finanziamento, già a fine 2020 si era parlato di una possibile Ipo, con valutazioni da 20 miliardi, mentre in questi giorni Cnbc ha riferito che la valutazione, secondo un investitore, potrebbe arrivare fino a 40 miliardi.

Andando a caccia di commenti, “con l’ammontare di capitale che hanno, mi aspetto che la società sarà il brokerage dominante in futuro, e penso che il mercato lo riconoscerà” ha detto Greg Martin, Ad e comproprietario della banca d’investimento Rainmarker Securities, che vede in Robinhood il titolo più quotato nel mercato secondario. Senza sbilanciarsi sui tempi, ha affermato che “la valutazione potrebbe presto essere molto ampia, il che fa ben sperare per una Ipo”. La domanda di azioni Robinhood nei private market, come riporta Cnbc, “è in aumento poiché ha beneficiato di menzioni da parte di politici e celebrità”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome