Il Piano cashback Italia prevede un rimborso destinato a chi effettua pagamenti con carte di credito e di debito e con specifiche app. Prevede la restituzione del 10% ogni sei mesi delle spese effettuate con pagamenti elettronici. Rimborso massimo annuo di 300 euro (150 euro ogni 6 mesi).

Per aderire al piano cashback non sono previsti specifici requisiti reddituali. Vanno però effettuate almeno 50 operazioni ogni 6 mesi. Per ottenere i 300 euro annui previsti dalla norma serve effettuare almeno 100 transazioni con la carta. Valgono gli acquisti effettuati al di fuori dell’esercizio di attività d’impresa, arte o professione. Non valgono le compere online.

Quando e come avvengono i pagamenti con il Piano cashback Italia

Ogni singolo componente del nucleo famigliare può partecipare individualmente al piano. Una famiglia di 4 persone può arrivare a recuperare fino a 600 euro in sei mesi. Al programma possono partecipare solo i maggiorenni. Per aderire al programma di cashback è necessario scaricare e registrarsi sull’app IO della Pubblica amministrazione o su altri sistemi accreditati su PagoPa.

Al momento dell’iscrizione al programma, tra i dati da compilare, il codice fiscale di chi intende partecipare e il numero delle carte di credito e di debito con le quali si vuole partecipare al programma. Nel programma rientrano anche le transazioni effettuate con le app per i pagamenti elettronici.

Il negoziante non deve fare nulla. Sarà l’operatore che si occupa della gestione dei pagamenti elettronici e del Pos a comunicare alla piattaforma PagoPa le transazioni effettuate e le carte utilizzate.

La società PagoPa ha progettato e realizzato il sistema informativo che consente di calcolare in automatico il rimborso che spetta a ogni cittadino che aderisce al piano. I rimborsi non contribuiscono a formare il reddito e non sono tassati. Il piano cashback partirà a pieno regime a gennaio. I rimborsi avverranno entro 60 giorni dalla chiusura del semestre di cashback (luglio-agosto 2021, gennaio-febbraio 2022).

Gli accrediti saranno effettuati direttamente sul conto corrente del titolare delle carte che, al momento della registrazione, deve indicare anche l’Iban del conto sul quale ricevere il bonifico. Un accordo extra piano cashback prevede su base volontaria che i gestori possano azzerare le commissioni per micropagamenti fino a 5 euro. Per dicembre è previsto un rimborso extra fino a 150 euro (con un cashback sempre del 10%).

Serviranno almeno 10 operazioni: il rimborso arriverà a febbraio 2021. Previsto un bonus aggiuntivo di 1.500 euro che sarà erogato ogni sei mesi ai 100.000 consumatori che effettueranno più transazioni. Per la prima fase del piano sono previsti 228 milioni di euro; per il periodo successivo sono stati stanziati 1,3 miliardi di euro.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome