L’offerta di musica disponibile attraverso l’assistente Alexa e i dispositivi Echo si amplia con l’arrivo di Spotify Free. Una decisione che arricchisce il numero di servizi del terminale di Amazon e va incontro alle esigenze degli ascoltatori di musica. A casa o in macchina, gli utenti possono chiedere ad Alexa di accedere ai brani preferiti, intervallati dagli annunci di Spotify. Per ascoltare la propria musica occorre sfruttare i comandi vocali, chiedendo una canzone o una playlist.

I contenuti gratuiti di Spotify si aggiungono all’offerta gratuita di Alexa che include TuneIn e le skill per alcune delle principali radio italiane come RTL 102.5, Radio Deejay, Virgin Radio, Radio 105, RDS, Radio Italia, R101, Radio 24 e Radio Kiss Kiss.

Sempre più ricco di funzioni, l’assistente digitale Alexa di Amazon con la possibilità di accedere ai dati audio e video di alcuni dei principali operatori italiani. Gli utenti possono consultare non solo brevi aggiornamenti sulle notizie ma resoconti più dettagliati. A chi ha già impostato le fonti di notizie nel Sommario Quotidiano, è sufficiente aggiornare la lista dall’app Alexa, selezionando fornitori di notizie di approfondimento. Infine, a chi chiede di riprodurre le notizie per la prima volta, Alexa propone una lista di possibili fonti e chiede quali impostare come preferiti.

Oltre Alexa per l’ascolto di canzoni

Google Home è il marchio che inizialmente denominava solo gli altoparlanti intelligenti sviluppati da Google, che in seguito si è via via evoluto fino a diventare una vera e propria applicazione di intelligenza artificiale con molteplici funzioni incentrate sul concetto di maggiordomo digitale. Il primo dispositivo è stato annunciato a maggio 2016 ed è stato messo sul mercato negli Stati Uniti a novembre 2016, con vendite successive a livello mondiale per tutto il 2017. In Italia è arrivato nel marzo 2018 e a esso hanno fatto seguito diverse versioni sempre più sofisticate.

L’assistente digitale della società di Cupertino si chiama HomePod di Apple ed è equipaggiato con un potente subwoofer da 4 pollici rivolto verso l’alto e l’intera struttura è circondata da 7 tweeter. II tutto viene controllato dal processore A8, lo stesso che spinge iPhone 6 e iPhone 6 Plus. E per migliorare le prestazioni audio lo speaker è dotato di una tecnologia di rilevamento automatico della stanza, in modo da bilanciare il suono secondo l’ambiente in cui si trova. I comandi vocali per l’assistente Siri vengono rilevati dai sei microfoni integrati nella struttura di HomePod.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome