Tempi sempre più maturi verso la proposizione di tariffe per cellulari unificate a firma della nuova coppia Wind 3 Italia? Stando a quanto trapela, le offerte saranno più competitive ma con una separazione dei marchi. Wind Tre, la società nata dall’aggregazione dei due operatori e rimasta sotto la guida di Maximo Ibarra, ha infatti reso il suo primo bilancio. Ed evidentemente c’è da sorridere. È un pro-forma – considerando che la fusione delle due società operative è avvenuta a fine dicembre – ma restituisce la fotografia di una operazione di successo con valori in crescita nel 2016 in termini di fatturato (+1,3% a 6.491 milioni), Ebitda (+6,8% a 2.184 milioni) e cassa generata (+9,5% a 1.012 milioni).

Il tutto ricordando i 31,3 milioni di clienti e oltre il 37% di market share. Fin dalla fase di avvio, sottolinea una nota, Wind Tre «ha raggiunto risultati importanti, con una squadra di manager di esperienza nazionale e internazionale, definendo e approvando, in tempi molto rapidi, la strategia del gruppo e i target di medio/lungo periodo, nonché implementando una governance snella ed efficace a supporto del processo di integrazione». Dal punto di vista commerciale saranno mantenuti i due brand, Wind e 3, «due marchi forti, complementari e ben posizionati sul mercato italiano» che puntano il primo su chiarezza, trasparenza e semplicità e il secondo su tecnologia, trasparenza e fiducia.

Tornando ai conti il motore trainante del mercato e punto di forza di Wind Tre, il segmento Internet mobile, registra un incremento del 10%. In questo ambito, sottolinea Wind Tre, l’azienda investirà ulteriormente nello sviluppo di servizi digitali. Tra i suoi target, ricorda una nota, «realizzare significative efficienze e un importante livello di investimenti: circa 700 milioni/anno di sinergie, a regime, (il 90% delle quali raggiungibile entro il 2019) e circa 7 miliardi di investimenti in infrastrutture digitali».

Wind

Le principali tariffe di Wind tra febbraio e marzo 2017 ruotano attorno al ventaglio delle All Inclusive. Più esattamente:

  • All Digital: 500 minuti di conversazione e 5 GB di traffico web a 15 euro ogni 28 giorni;
  • All Inclusive: 500 minuti di conversazione, 500 SMS, 2 GB di traffico web a 12 euro ogni 28 giorni;
  • Noi Tutti: 400 minuti di conversazione a 7 euro ogni 28 giorni;
  • Noi Tutti 1000: 1000 minuti di conversazione a 9 euro ogni 28 giorni.

3 Italia

Con l’operatore telefonico 3 Italia la linea a cui fare riferimento è All-In. Ecco allora:

  • All-In 400: 400 minuti di conversazione, 400 SMS e 4 GB di traffico web a 5 euro al mese;
  • All-In Unlimited: minuti di conversazione illimitati, 400 SMS, 8 GB di traffico web a 10 euro al mese;
  • All-In Vip: minuti di conversazione illimitati, 300 SMS, 30 GB di traffico web a 15 euro al mese.

A queste tariffe si aggiungono

  • All-In 400 Smart: 400 minuti di conversazione, 400 SMS, 4 GB di traffico web a 5 euro al mese e smartphone incluso a partire da 2 euro;
  • All-In Unlimited Smart: minuti di conversazione illimitati, 400 SMS e 8 GB di traffico web a 10 euro al mese e smartphone incluso da 1 euro;
  • All-In Vip Smart: minuti di conversazione illimitati, 300 SMS, 30 GB di traffico web a 15 euro con addebito su carta o 20 euro su credito residuo al mese.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome