Microsoft ha ufficialmente annunciato di aver avviato la fase di test di una nuova versione dell’app Office che combina World, Excel e Powerpoint. Il nuovo software mobile sarà disponibile sia per Android sia per iOS entro febbraio 2020. Secondo l’azienda di Redmond, con la nuova app di Office gli utenti saranno in grado di creare nuovi documenti, presentazioni e fogli di calcolo, nonché di modificare e visualizzare i documenti esistenti.

Così come di scattare la foto di un documento e trasformarlo in un file Word modificabile, creare e firmare Pdf o trasformare tabelle da una pagina stampata in un foglio di calcolo Excel. Microsoft ha spiegato che la nuova app di Office non sostituirà le tre singole app esistenti.

Word, Excel e Powerpoint in una sola app

Le singole app Word, Excel e Powerpoint sono molto popolari sia su iOS che su Android. Su iOS, si collocano tra le prime 25 app di produttività e su Android, ognuna di queste ha oltre 1 miliardo di download. Tuttavia Microsoft ha dovuto affrontare la forte concorrenza di Google che fornisce le sue app Documenti, Fogli e Slide che fanno parte della sua suite di produttività.

Quando si parla di Office, non possiamo più fare riferimento a un solo pacchetto di programmi, perché le opzioni di acquisto sono molteplici e la nostra scelta di consumatori può fare la differenza sull’esperienza d’utilizzo, soprattutto nel lungo periodo. Word, Excel e PowerPoint, i programmi più utilizzati del gruppo di app per la produttività targato Microsoft, possono essere utilizzati ovunque, dai PC desktop agli smartphone. Se le versioni online sono gratis, quelle da installare sul PC, come è sempre avvenuto, si pagano.

La prima scelta che dobbiamo fare è tra pagare una volta sola per un software da scaricare e installare su un solo computer, che ci dà accesso a una licenza che potremo sfruttare per un tempo massimo di 7 anni, oppure pagare un abbonamento mensile o annuale che ci offre un gruppo di programmi costantemente aggiornati non solo dal punto di vista della sicurezza e della qualità del servizio, ma anche per ciò che riguarda strumenti e funzioni.

Software che possiamo usare su un computer, un telefono e un tablet. Per fare un confronto tra prezzi, la licenza una tantum di Office 2019 costa 165 euro mentre l’abbonamento per il singolo utente a 365 viene 69 euro all’anno. Microsoft fornisce con regolarità gli aggiornamenti per le applicazioni di Office che riguardano la sicurezza, di solito il secondo martedì di ogni mese. Nei primi anni di vita di un nuovo prodotto, come nel caso di Office 2019, l’azienda va a correggere tutti i bug che emergono durante l’utilizzo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome