La stretta attualità passa dalla prima beta dell’update correttivo iOS 12.1, chiamato a sistemare i problemi che la nuova major release per iPhone, iPad e iPod Touch ha portato con sé. Tuttavia si segnalano anche alcune novità, come il ritorno delle videochiamate FaceTime di gruppo. In ogni caso resta ancora molto da capire in termini di novità, correzione di malfunzionamenti, data di uscita e versioni beta. Nulla di sorprendente perché, al pari delle precedenti major release, anche l’iOS 12 non è un sistema operativo perfetto. Gli utenti hanno riscontrato qualche problema di troppo e adesso chiedono software correttivi. Tra l’altro Apple ha rilasciato anche le beta 1 di watchOS 5.1 per Apple Watch e tvOS 12.1 per Apple TV.

iOS 12.1: cosa aspettarsi

iOS 12.1 è confermato per via della disponibilità di una prima versione beta sia per sviluppatori e sia pubblica, ma adesso proviamo a fare un passo in più, considerando che siamo davanti al primo importante update dell’iOS 12. In prima battuta facciamo dunque presente come tutti gli utenti possano già testare il nuovo software. Naturalmente occorre un po’ di cautela: essendo una release di prova sono da mettere in conto instabilità varie per cui è consigliabile, se possibile, provare il sistema operativo su un dispositivo differente da quello principale. Ed è poi verosimile che Apple possa rilasciare almeno una seconda beta di iOS 12.1.

Quando sarà disponibile la versione finale? A rispondere a questa domanda, anche se in modo piuttosto generico, è stata la stessa Apple: entro la fine dell’anno. Non c’è un giorno preciso, anche perché la società di Cupertino lo comunica solo in occasione di eventi mediatici. Di conseguenza, se non saranno allestiti nuovi keynote, si rimarrà nell’indeterminatezza. Se dovessimo azzardare una previsione, scommetteremmo nella fascia di tempo tra la fine di ottobre e l’inizio di novembre. Le novità non saranno solo di tipo correttivo, come dimostrato dalla prima beta, ma sono da mettere in conto anche nuove funzionalità pe per i dispositivi della mela morsicata.

A ogni modo, ci aspettiamo che l’elenco delle modifiche cresca beta dopo beta fino alla release finale. Nel caso in cui l’esperienza d’uso con la beta 1 non dovesse rivelarsi soddisfacente, è ancora possibile effettuare il downgrade al precedente software, in attesa che Apple chiuda le firme. La compatibilità, oltre che per iPhone XS, iPhone XS Max e iPhone XR, anche iPhone X, iPhone 8 e iPhone 8 Plus, iPhone 7, iPhone 7 Plus, iPhone 6S, iPhone 6 Plus, iPhone 6, iPhone 5S, iPhone SE, iPad Pro da 12,9 pollici di prima e seconda generazione, iPad Pro da 10,5 pollici, iPad Pro da 9,7 pollici, iPad Air 2, iPad Air, iPad (2018), iPad (2017), iPad 4, iPad mini 4, iPad mini 3.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 3 Media: 4.7]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome