Apple iPhone 5s, uno dei computer storici
iPhone 5s guida la classifica degli smartphone più venduti

Ok, l’iPhone è decisamente uno tra gli oggetti del desiderio che tutti vorremmo avere. Soprattutto, l’iPhone 6 che verrà presentato nelle prossime ore e vedrà il mondo concentrarsi sulla California per vedere se tutte le previsioni sono state azzeccate. Però, mentre tutti noi amiamo il telefono di Apple, abbiamo anche tutte le ragioni del mondo per odiarlo. Quantomeno, per giustificare a noi stessi il fatto che “non lo compriamo per scelta”.

1. iPhone pensa per te

L’usabilità di iPhone è talmente proverbiale che, avendo in mano un iPhone, è quasi come se il telefono pensasse per noi, soddisfacendo le nostre esigenze senza neanche pensare. Basta scorrere tra le icone per sospettare che il telefono ci capisca anche senza parlare. Questo aspetto inquietante di iPhone è confermata dal punto numero due.

2. Siri è un interlocutore piú interessante di tanti umani

Siri ha un grandissimo pregio: non risponde agli insulti e quando lo fa, lo fa in modo talmente signorile che non potete arrabbiarvi con lei. Siri è bravissima e di compagnia durante i viaggi, bloccati nel traffico. Non solo, per Siri potete essere chiunque: Superman, il Primo Lord dell’Ammiragliato, il Presidente degli Stati Uniti e vi chiamerà nel modo in cui desiderate. Non è granché ma, almeno con lei, potete davvero fingere di essere chi avete sempre sognato di essere. Triste? Può darsi, ma è per questo che considero questo elogio dell’assistente vocale di Apple un motivo per odiarlo con tutto il cuore…

3. La batteria

iPhone ha una durata della batteria troppo breve. Ci sono farfalle tropicali che vivono più della durata della batteria di iPhone. E’ un dato di fatto e, con l’età, il melafonino continua a perdere colpi. Non c’è niente da fare: ottimi hardware, ottimi schermi generano batterie al litio che durano lo spazio di un mattino, a meno che non intervengano altre tecnologie come il preservativo al carbonio di cui abbiamo parlato qualche settimana fa.

4. La spocchia di Apple

E’ vero o no che quando iPhone si avvia la prima volta sembra vi stia facendo un favore? Certo, è cordiale ma…sembra davvero che sia qualcosa che si rivela cercando di non far trasparire troppo di sé come se fosse una verità rivelata, una piccola tavola della legge la cui rivelazione deve avvenire attraverso un certo rituale. Non è abbastanza per odiarlo, questo maledetto telefono?

5. La funzione “trova il tuo iPhone”

Alzi la mano chi non ha cercato il suo iPhone con quella funzione solo per far vedere ai colleghi quanto era figo usare quella tecnologia spaziale. Ecco, questa tecnologia che dovrebbe rassicurare i proprietari di iPhone è andata ad aumentare la paranoia di noi proprietari di cellulari Apple che, ormai – non solo per fare i fighi – basta che perdano il proprio gioiellino di vista per un quarto d’ora per ricorrere allo strumento di ricerca. Se prendere le mosche a cannonate non è un motivo per odiare iPhone….

6. Gli androidiani

Gli androidiani, con tutta la loro convinzione sono in grado di far sentire in colpa qualsiasi possessore di iPhone, quasi come se fosse un crimine aver speso “tutti quei soldi” per un cellulare di alta gamma che fa foto peggio del Galaxy, che ha la risoluzione peggiore eccetera. Tra una lacrima e l’altra, torneremo a casa e guarderemo il nostro schermo Retina sapendo che quel gran genio del nostro amico no ci ha capito niente. Ma, intanto, non sarebbe migliore, la nostra vita, se non ci fossero differenze tra tribù Apple e Android?

7. iTunes

Io ho comprato pochissima musica su iTunes. Molto meglio YouTube e Spotify. Ma, quando nella memoria del tuo account trovi l’album di un gruppo di xFactor caduto nel dimenticatoio dell’anteguerra e lo vedi nel telefono come se fosse stato scaricato ieri e ti ricordi con quale schifo tu abbia comprato quell’album e ti ricordi di come sono andate le cose, un minimo ti arrabbi. E questo significa che la tua qualità della vita peggiore. E quando sei un imbranato, non hai scelta: ti tieni l’album e lo tieni isolato là, sperando che tu non lo esegua mai.

8. il jailbreak e quelli che lo fanno

Sembra la furbata definitiva: ti permette di accedere a tutte le app, in molti casi pirata, senza passare da AppStore. E’ un po’ come cedere al lato oscuro della forza. E’ un buon motivo per odiarlo perché una volta fatto, non si torna indietro: sei fuori dalla tribù Apple ufficiale, sei un usurpatore che rinuncia al postvendita più fantastico del mondo per darsi al mercato nero. E’ un motivo per odiare iPhone? Sì, perché sarà un po’ medievale e cervellotico, ma niente iPhone, niente jailbreak. Ecco perché è al numero sette della nostra classifica.

9. Lo chassis in metallo

Certo, è la cosa che ha reso iPhone iPhone dalla quarta generazione in poi. Eppure, eppure, quanto è freddo e, soprattutto, quanto si scalda. Certo, la plastica sarebbe stata meno stilosa e meno solida ma…quel metallo che lo rende “così” pesante è davvero troppo. Certo, così l’iPhone diventa un’arma impropria ma c’era, in fondo, un periodo in cui i telefoni dovevano essere leggeri. Che fine hanno fatto quei tempi?

10. Il nuovo cavetto Thunderbolt

Certo, è velocissimo, certo è bello, ma cosa devono fare quelli che hanno comprato il dock negli anni passati? Lo devono buttare? Secondo Apple, in fondo, sì. Ma che bisogno c’era del cavetto così microscopico? Lo stesso che aveva Nokia 10 anni fa o giù di lì quando ridusse le dimensioni del suo alimentatore. Certo, non è la stessa cosa ma è la stessa cosa, in fondo: i grandi marchi, a volte, sembra facciano di tutto pur di complicarci la vita e, spesso, non se ne intravede la minima ragione. E’ davvero un peccato perché, il mondo sarebbe migliore se le grandi multinazionali si ricordassero che gli utenti esistono. E, poi, quanto costano i cavi di nuovo tipo? Decisamente troppo.