Che cosa sono i treni Maglev e qual è la caratteristica che li rendono tanto speciale? I treni Maglev sono treni cosiddetti a levitazione magnetica, ovvero treni che possono viaggiare senza di fatto avere alcun contatto con le rotaie. Utilizzando la repulsione magnetica l’attrito viene ridotto al minimo, più precisamente l’unica forza che si oppone al movimento del treno è la resistenza opposta dall’aria. Per questo motivo i treni Maglev possono muoversi e viaggiare a velocità estremamente elevate, teoricamente infatti possono arrivare a sfiorare i 600 km all’ora, mantenendo dei livelli di rumorosità contenuta e un consumo di energia più basso rispetto a treni con sistemi d locomozione tradizionale.

Treni di questo tipo possono essere alternative economiche ed efficienti anche agli aerei. L’unico vero limite al momento è rappresentato dalle infrastrutture, questi treni infatti necessitano di strutture ad hoc e non possono viaggiare sulle normali rotaie esistenti.

Sono due i tipi di sistemi di sospensione alla base della locomozione che contraddistingue i treni di tipo MaglevLa sospensione elettromagnetica o EMS e la sospensione elettrodinamica o EDS. La prima fa uso di elettromagneti che sorreggono il treno anche quando il veicolo è in sosta, la seconda invece sfrutta le polarità opposte dei magneti ed è attiva solo col treno in movimento.

Il JR-Maglev è un esempio di applicazione di questa seconda tecnologia. I paesi che maggiormente stanno investendo in queste tecnologie sono il Giappone e la Germania. Ma ci sono ancora delle controindicazioni in quanto i campi elettromagnetici potrebbero avere anche effetti indesiderati sui passeggeri, anche se gli studiosi ancora non hanno definito quali potrebbero essere.

In futuro potrebbe quindi essere necessario schermare le carrozze. Ci sono già diversi esempi di treni attivi a repulsione magnetica. Transrapid ha progetatto e costruito una linea di test a Emsland e una seconda a Shanghai nel 2002, quest’ultima lunga circa 30 km.

Il JR-Maglev invece è stato costruito e testato in giappone e ha raggiunto la velocità record di 580 km/h.Sempre in Giappone nel 2005 è stato attivato il primo treno Maglev cittadino che si dipana su un percorso di circa 9 km. Anche negli Stati Uniti stanno cominciando a testare e proporre questa tecnologia. Il futuro dei treni quindi pare essere quello basato su tecnologia Maglev, la sua diffusione però pare ancora essere molto limitata e ci vorranno sicuramente ancora diversi anni prima di poterla vedere applicata anche in Italia.