Installazione del primo idrante di nuova generazione nel 2010 a Newark (New Jersey).

George Sigelakis dopo una carriera nei vigili del fuoco di New York City ha deciso di andare in pensione e ha fondato un’azienda che rivoluziona il mondo degli idranti. Si tratta del primo restyling degli idranti da 100 anni a questa parte e per creare Sigelock Spartan l’ex vigile del fuoco ha usato non solo tutta la propria creatività ma anche tutta la propria esperienza in servizio. Il risultato è un idrante dal design innovativo e funzionale che non ha bisogno di manutenzione ed è più facile da usare per i pompieri.

Troppi costi di manutenzione e tanti sprechi

Sigelakis ha provato a rispondere alle due principali problematiche legate agli idranti della sua città: da un lato c’è il problema della manutenzione dall’altro l’incuria che porta all’apertura involontaria del circuito con spreco di tanta acqua. Se da un lato gli idranti classici possono essere facilmente aperti, dall’altro molti di loro sono rotti e quando servono non funzionano. Sigelock permette di risparmiare nei costi di manutenzione, evitare sprechi e salvare vite umane.

Il problema manutenzione

Secondo Sigelakis circa un idrante su sette nella città di Newark nel New Jersey non funziona a causa della mancata manutenzione periodica, per non parlare del problema ghiaccio. Gli idranti classici sono fatti per lo più in ghisa che nel tempo si corrode, portando a inevitabili rotture. Il Sigelock Spartan al contrario dei vecchi idranti non avrebbe necessità di manutenzione per almeno 100 anni perché realizzato in acciaio inossidabile resistente alla corrosione inoltre il rivestimento e il nuovo design prevengono la formazione di ruggine.

Design innovativo e materiali all'avanguardia per il Sigelock Spartan
Design innovativo e materiali all’avanguardia per il Sigelock Spartan

Aperture accidentali e vandalismo

Anche l’apertura cosiddetta involontaria del circuito costituisce un problema perché comporta uno spreco altissimo di acqua. Contro gli atti di vandalismo la soluzione proposta da Sigelakis è semplice, una chiave dalla forma particolare per aprire l’idrante. Esistono anche le aperture accidentali causate da incidenti (quante volte lo abbiamo visto nei film americani) in cui un’auto si scontra con l’idrante causando l’apertura della rete, anche per questa evenienza Sigelakis ha pensato ad una soluzione, uno speciale dispositivo alla base che blocca la fuoriuscita qualora l’idrante sia divelto dalla propria sede.

Il primo idrante installato nel 2010, oggi sono 150

Il primo Sigelock Spartan è stato installato nel 2010 e ora sono già 150 quelli sostituiti in 11 stati americani. Il modello base costa intorno ai 2.700 dollari americani, il 20% in più rispetto ad un idrante classico, ma il fatto che non sia necessaria manutenzione e gli sprechi d’acqua evitati comportano un notevole risparmio.