La stampa 3D, per ora, è stata un mercato di niecchia che ne ha limitato gli ambiti. La stampa 3D, per quanto diffusa, è ancora troppo complicata e ha dei difetti che, per ora, sono difficilmente superabili. Hp, però, ha esso a punto una visione basata su un ecosistema basata su Sprout e sulla tecnologia Hp, Multi Jet Fusion.

Alla ricerca di una leadership

Hp è, spesso, sul banco degli imputati per non essere stata in grado di dominare il mercato. Il fatto è che Hp ha inseguito altri competitor, Apple  in testa, senza dimostrare di avere una sua propria visione del mondo della tecnologia. Finalmente, la visione tanto attesa è arrivate e ha anche nella stampa tridimensionale un punto a favore di Hp, come trend setter nel mondo dei computer di casa.

La tecnologia “Multi Jet Fusion”

La nuova tecnologia di Hp risolve i due principali problemi della stampa 3D contemporanea: la velocità e la qualità dei prodotti. Grazie a questa tecnologia, la produzione di oggetti è aimentata di 10 volte, con una qualità migliore del prodotto finale unificando i passaggi da fare per sampare un oggetto tridimensionale. Il tutto, migliorando la precisione el dettaglio, manipolando glo oggetti e le sue proprietà.

Tecnologie da usare con Sprout

Di Sprout abbiamo già parlato. Ma, visto nell’ottica di un device da usare per la stampa 3D assume tutta un’altra dimensione. Forse, il design non sarà il forte di Hp. Ma, questa volta, sembra che abbiano fatto davvero la differenza, creando una linea di prodotti molto ben posizionata in un settore di mercato che, per ora, ha sempra avuto a disposizione solo prodotti artigianali e mai un hardware completamente dedicato.