Bionic Bird è subito pronto al volo e permette di fare una esperienza sensoriale fuori dal comune, volare come un uccello. Ed è anche il primo drone che non spaventa gli altri uccelli, al contrario pare che li attiri, amici e nemici, ma è rapido a fuggire dai predatori come rapaci e gatti.

Bionic Bird è già pronto a spiccare il volo
Bionic Bird è già pronto a spiccare il volo

Le caratteristiche tecniche di questo drone

È ultraleggero, i meccanismi sono miniaurizzati all’estremo, come un pezzo di orologeria, un capolavoro di micro tecnologie che contiene diversi brevetti esclusivi. Si ricarica in meno di 12 minuti per contatto magnetico con una ricarica dalla forma ovale che si può tenere comodamente in tasca, ricarica che contiene l’energia necessaria per ricaricare completamente per 10 volte Bionic Bird. Ogni sessione di volo può durare fino ad 8 minuti.
Il corpo è di mousse elastica ed è indistruttibile, le ali e la coda sono in fibra di carbonio e qualora dovessero danneggiarsi sono facilmente sostituibili.

Si controlla attravero un’app, per ora solo su iOS, che arriverà su android nel 2015

 

Si controlla tramite un'app che al momento è disponibile solo per alcuni device iOS ma nel 2015 sarà disponibile anche per android
Si controlla tramite un’app che al momento è disponibile solo per alcuni device iOS ma nel 2015 sarà disponibile anche per android

Grazie al controllo che avviene attraverso una app ultra sensibile e intuitiva (the flying app) l’uccello bionico può decollare e volare nel raggio di 100 metri, all’esterno ma anche all’interno. È talmente sensibile che non ha problemi a volare all’interno di un appartamento.

Frutto di oltre 40 anni di ricerca

In realtà Bionic Bird è il frutto di oltre 40 anni di ricerca e sviluppo, già negli anni sessanta la famiglia Van Ruymbeke aveva creato con successo il suo primo uccello meccanico che volava grazie ad un elastico, negli anni novanta era stata la volta di un uccello a controllo radio. Edwin Van Ruymbeke, un ingegnere aereonautico, ha dedicato la sua intera vita allo studio di uccelli bionici. Oggi i suoi sforzi l’hanno portato a Bionic Bird e sta raccogliendo fondi su indiegogo per lanciare la produzione e sviluppare ulteriormente il drone.