Google Primer disponibile su iTunes le micro lezioni di marketing

Sul sito internet che Google ha dedicato a questa nuova app si legge che: “Primer è un’app no-nonsense, priva di gergo tecnico e progettata per startup impegnate. Le nostre lezioni di marketing durano 5 minuti o meno e partono da esperienze del mondo reale. Attraverso casi di studio, consigli di esperti e quiz interattivi, Primer ti insegna come promuovere il tuo business, aumentare il numero di clienti ed evitare errori comuni.

Progettata da esperti Google insieme a imprenditori e professionisti

Per come è progettata l’app, gli sviluppatori, che costruiscono le lezioni insieme a esperti nei vari settori industriali, si dimostrano molto disponibili ad integrare le lezioni e a farne di nuove su richiesta. L’app funziona anche offline per consentire agli utilizzatori di imparare le nozioni di marketing anche in aereo o in qualsiasi altro posto in cui non ci sia campo.

Perché Google ha lanciato quest’app?

Google afferma di aver creato Primer come un modo per rendere più semplice agli imprenditori di avere successo nel digitale. Lavorando con molte startup e con molti imprenditori, gli esperti di Google si sono resi conto che imparare a portare per la prima volta sul mercato nel modo giusto un’idea di impresa possa essere difficile. Ecco perché è nata quest’app sperimentale, pensata per offrire una soluzione mobile semplice e facile da utilizzare per piccoli imprenditori che siano alla ricerca di buoni e pratici consigli di marketing.

Contenuti al momento molto basic ma potenzialmente interessanti, per ora solo su iOS a breve anche per Android

In fase di lancio si possono già trovare lezioni su diversi argomenti come Search Engine Marketing, Content Marketing e su come attirare l’attenzione dei media.
È appena uscita la versione per iOS ed è previsto a breve il rilascio della versione Android. L’app è gratis ed è sicuramente interessante, si possono ricevere anche via mail ulteriori attività in cui esercitarsi a trasformare le conoscenze acquisite in azioni concrete, ma probabilmente questo passaggio serve semplicemente a Google per indirizzare i neo imprenditori verso i prodotti e servizi che Google offre alle imprese.