Le ragioni e le premesse di un altro successo ci sono tutte. Perché i vagono FlixTrain sono equipaggiati con i servizi più richiesti dai passeggeri, a iniziare dal Wi-Fi gratis a bordo. E poi, naturalmente, c’è il costo quasi irrisorio delle tratte. E da FlixBus nasce Flixtrain. In fin dei conti 10 euro per viaggiare (in media) sembra proprio un affare. Per ora si tratta di una scommessa possibile solo in Germania per via dei particolari accordi che regolano il sistema tedesco dei trasporti. Anzi, come di recente dichiarato dall0 amministratore delegato e fondatore di Flixmobility, l’Italia è il mercato FlixBus con il tasso di crescita più elevato.

Una vera e propria dichiarazione di amore (e di affari) che potrebbe preludere a qualcosa di concreto anche per il trasporto su rotaia. Ma l’intenzione dichiarata della società è naturalmente quella di estendersi in maniera progressiva, con un occhio anche alla complessità italiana. La tratta coperta è quella da Colonia ad Amburgo, transitando per le tappe intermedie di Dusseldorf, Essen e Osnabrueck. Ma è appunto solo l’inizio.

Articolo precedenteCanale 20: al via martedì 3 aprile nuova rete gratuita di Mediaset
Prossimo articoloiOS 11.3: Apple rilascia l’aggiornamento per iPhone e iPad. Novità e miglioramenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome