Il trapianto di cuore è l’intervento chirurgico per eccellenza. Forse, non sarà la procedura chirurgica più complessa che la nostra chiurrugia abbia sviluppato. Di sicuro, però, è la più simbolica, vista la centralità del cuore nel nostro organismo e nella nostra cultura.

Il primo trapianto

La prima operazione fu fatta dai Chrisiaan Barnard, nel 1967. E fu il culmine di una ricerca durata decenni, a partire dalla ricerca del cardiochirurgo americano Norman Shumway. Oggi, il trapianto di cuore viene effettuato con tre tecniche diverse e supera le difficioltà con le quali si operava alla metà degli anni ’60, quando Barnard effettuò il primo intervento chirurgico di questo tipo. L’ultima tecnica è quella che vede il trapianto di un cuore ancora battente, permettendo al cuore di conservarsi più a lungo di quando viene messo sotto ghiaggio.

3.500 trapianti all’anno

Secondo Wikipedia (senza fonte…) vengono effettuati 3.500 trapianti di cuore al mondo. Tra i Vip ad aver ricevuto un cuore nuovo, l’ex Vicepresidente degli Stati Uniti Dick Cheney. Il vicepresidente di George W. Bush è stato trapiantato nel 2012. Non si sa se il trapianto di cuore sarà servito a rernderlo un po più buono. Ci sia concesso…