La Worldwide Developers Conference si terrà solo in streaming dal 22 giugno. Sarà accessibile a tutti gli sviluppatori tramite l’app Apple Developer e attraverso il sito Apple Developer. La società di Cupertino ha quindi presentato la Swift Student Challenge per gli studenti ovvero la possibilità di mettere in mostra la passione per il coding dando vita a un playground Swift.

Giunta alla 31esima edizione, la WWDC 2020 permette agli sviluppatori di tutto il mondo di vedere da vicino il futuro di iOS, iPadOS, macOS, tvOS e watchOS ovvero i differenti sistemi operativi di casa Cupertino, e apprendere dagli stessi ingegneri Apple qualche trucco su come realizzare app. Con la differenza che questa volta non sarà possibile toccare con mano le novità ma solo osservarle a distanza.

Verso la WWDC 2020

Ogni cosa sarà fatta gradualmente ed ecco che settimana dopo settimana si saprà di più su questa versione inedita della Worldwide Developers Conference. Il programma della WWDC 2020 offre alla comunità di sviluppatori e alla prossima generazione di app developer informazioni e strumenti per dare vita alle loro idee. Ulteriori dettagli sul programma saranno comunicati entro giugno via email, nell’app Apple Developer e sul sito web Apple Developer.

I dispositivi di Cupertino in uso nel mondo sono oltre 1,5 miliardi, e la WWDC 2020 permette di conoscere le nuove tecnologie e i nuovi framework, così da poter creare app innovative in ambiti come realtà aumentata, apprendimento automatico, salute e fitness, domotica.

In ogni caso, gli sviluppatori possono scaricare l’app Apple Developer, dove a giugno verranno condivise ulteriori informazioni sul programma della WWDC20, fra cui dettagli relativi a Keynote, Platforms State of the Union, sessioni, laboratori. Le informazioni saranno disponibili anche sul sito Apple Developer e comunicate via email.

Per Craig Federighi, Senior Vice President di Software Engineering per Apple, gli studenti sono parte integrante della comunità di sviluppatori Apple, e la WWDC dello scorso anno ha visto la partecipazione di oltre 350 studenti provenienti da 37 diverse nazioni.

Grazie alle quattro piattaforme software iOS, macOS, watchOS e tvOS, tutti i dispositivi Apple formano un ecosistema integrato, che permette di usare servizi come l’App Store, Apple Music, Apple Pay e iCloud. Per Phil Schiller, Senior Vice President of Worldwide Marketing di Apple, la WWDC di giugno raggiungerà milioni di sviluppatori in tutto il mondo in un modalità innovativa, riunendo l’intera comunità di sviluppo in una nuova esperienza.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome