Soprattutto se si è solito salvare sul proprio hard disk musica e contenuti multimediali di vario tipo, come film e serie TV, occorre mettere in conto che prima o pio arriverà il giorno in cui non ci sarà più spazio per l’archiviazione. Anche perché maggiore è la qualità audio e delle immagini e maggiori saranno le dimensioni. Succede allora che se il disco fisso è ormai quasi pieno o se in dote abbiamo un notebook o comunque un dispositivo mobile con poca disponibilità di memoria, occorre trovare strategie alternative per contenere le conseguenze dal lento ma graduale rosicchiamento di storage. Una prima e immediata soluzione è quello del salvataggio dei dati su una memoria esterna Ma non si tratta dell’unica soluzione.

E anzi, soprattutto per chi si muove spesso, può rivelarsi un’opzione scomoda. Una seconda strada è allora quella di evitare occupare spazio inutile installando le app al suo interno e ricorrere invece a un’unità esterna. Il sistema operativo Windows 10 (e i successivi aggiornamenti successivi, grandi o piccoli che siano) dispone di una pratica funzione che consente di effettuare l’installazione di un’app direttamente su un drive o una chiavetta Usb, ma anche su una scheda di memoria. Insomma, qualunque sia l’hardware a disposizione. Non va sottovalutata questa opzione perché dal punto di vista funzionale non ci sono differenze con un’installazione normale e possiamo avviare l’app dall’unità esterna.

C’è una sola condizione da rispettare: che l’unità esterna sia collegata al computer perché l’app possa avviarsi. La procedura consente di risparmiare spazio prezioso, non presenta controindicazione e, dettaglio non di poco conto per chi non è un grande smanettone, è la facilità con cui eseguire e portare a termine l’operazione. Bastano pochi minuti attraverso la scheda Impostazioni di Windows 10. E allora, come fare a installare le app di Windows su un hard disk esterno? La prima cosa da fare è appunto quella di collegare l’unità esterna – Usb, hard disk più o meno capiente e scheda SD, al computer (sia esso fisso o portatile) e quindi poi entriamo nel menu delle Impostazioni di Windows con un clic sull’icona a forma di ruota dentata, nel menu Start.

Entrati in questa schermata, andiamo in Sistema e facciamo clic su Archiviazione, nella colonna a sinistra della schermata. Adesso facciamo clic su Modifica il percorso di salvataggio dei nuovi contenuti. Alla voce Le nuove app verranno salvate in, clicchiamo sul menu sottostante e selezioniamo il drive che abbiamo collegato al computer. Salviamo le modifiche e usciamo. Possiamo spostare le app già installate nella nuova posizione, se ci fa comodo. Nelle Impostazioni andiamo in App e funzionalità, selezioniamo l’app e scegliamo Sposta.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome