Ecco le copertine dei giochi PlayStation 5: le sta diffondendo Sony a cominciare da Marvel’s Spider-Man: Miles Morales. Cosa cambia? Poco o nulla perché il formato è praticamente lo stesso e resta quadrato. In parallelo saltano fuori anche le nuove foto della stessa console di nuova generazione dell’azienda giapponese. I primi cambiamenti sono evidenti con la parte superiore che non ha più uno sfondo blu con lettere bianche, ma ora lo sfondo presenta le lettere PS5 bianche e nere, adattandosi meglio al design della console. Sul lato il logo PS5 è nero con uno sfondo bianco ma sembra offrire una sorta di incompiutezza poiché quelli per PS4 erano più elaborati.

Verso la nuova PlayStation 5

PlayStation 5 conterrà un chip AMD che ha una CPU basata sulla terza generazione Ryzen. Avrà otto core del microchip Zen 2 a sette nanometri. La console supporterà anche il gameplay 8K, ma per sfruttare questa caratteristiche è fondamentale la presenza di un televisore compatibile con questo formato. La grafica sarà guidata da una versione personalizzata della linea Navi di Radeon. PlayStation 5 supporterà l’audio 3D. A differenza della Xbox One S All-Digital Edition, PlayStation 5 includerà un’unità disco per la lettura dei giochi fisici. Avrà una capacità di 100 GB e la console supporterà anche i Blu-Ray 4K. Sony ha anche confermato che la PS5 sarà compatibile con le immagini 4K a 120Hz, il doppio della frequenza dei televisori standard.

Nuovo brevetto sulla retrocompatibilità dei giochi PlayStation 5

Di novità in novità, un brevetto Sony in Giappone avrebbe rivelato che la società sta lavorando sulla compatibilità con le versioni precedenti di PS5 con PS1, PS2 e PS3, in cui i giochi potevano essere archiviati nel cloud e giocati su macchine virtuali che emulavano le console originali. Il brevetto specifica che i giochi potrebbero essere forniti con piccole demo con cui testare il titolo prima dell’acquisto. Si tratta comunque di un brevetto che Sony potrebbe non includere nella console, ma semplicemente aggiornarlo sotto forma di una nuova versione del firmware.

PlayStation 5 dovrebbe essere quindi retrocompatibile con i giochi PlayStation 4 poiché le due console sono costruite su architetture interne simili. Si tratta di una buona notizia per chi è rimasto deluso dalla mancanza di compatibilità con le versioni precedenti di PlayStation 4 con i giochi PlayStation 3, PlayStation 2 e PlayStation 1. E ovviamente i giochi per PlayStation 4 funzioneranno più velocemente su PlayStation 5, anche per via della presenza di un disco allo stato solido, al contrario dei dischi rigidi delle console attuali. I giochi si caricheranno più velocemente e saranno in grado di gestire più oggetti contemporaneamente sullo schermo rispetto alle attuali console basate su HDD.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome