Con quella appena rilasciata sono già cinque le versioni beta di iOS 11.2.5 sviluppate da Apple. Si procede dunque a gran velocità verso il rilascio della versione definitiva di quell’aggiornamento di sistema operativo che porterà con sé il solito pacchetto di correzione di bug e problemi. Ma con qualche novità, come la nuova funzionalità – strategica per lo speaker domestico HomePod di Apple – che consente a Siri di riprodurre podcast di notizie quotidiane durante la ricerca delle notizie correnti. Si tratta comunque di una novità che interessa soprattutto gli utenti statunitensi, che possono leggere il Washington Post di default o passare a Fox News, CNN o NPR.

iOS 11.2.5 e il giallo della riapertura delle firme

A quanto pare, come lascia immaginare la denominazione del software di prova, questa dovrebbe essere l’ultima beta prima del rilascio della versione finale del software. Gli sviluppatori registrati possono scaricare la versione beta del nuovo update in fase di sviluppo dal Developer Center di Apple o via OTA (Over-the-Air) una volta installato il profilo di configurazione dal Centro per sviluppatori. A stretto giro iOS 11.2.5 beta 5 sarà scaricabile anche dal pubblico generico.

E il tutto mentre si registra l’inconsueta temporanea riapertura delle firme di alcune precedenti versioni di iOS. Un passaggio che permetteva agli utenti di effettuare il downgrade ovvero scaricare e installare i più datati update di sistema operativo. Hanno addirittura fatto la loro comparsa iOS 10, iOS 8, iOS 7 e perfino iOS 6.1.3.

La compatibilità del software, non è garantita solo per i nuovi smartphone iPhone X, iPhone 8 e iPhone 8 Plus. Via libera al supporto di iOS 11.2.5 anche per iPhone 7, iPhone 7 Plus, iPhone 6S, iPhone 6 Plus, iPhone 6, iPhone 5S, iPhone SE, iPad Pro da 12,9 pollici di prima e seconda generazione, iPad Pro da 10,5 pollici, iPad Pro da 9,7 pollici, iPad Air 2, iPad Air, iPad (2017), iPad 4, iPad mini 4, iPad mini 3. La ricezione della notifica della disponibilità di release finale del sistema operativo made in Apple è ovviamente automatica e contemporanea per tutti i dispositivi della mela morsicata per cui è stata annunciata la compatibilità.

In ogni caso, non appena pronta – forse già entro la fine della prossima settimana – la ricezione della notifica della disponibilità di release finale del sistema operativo made in Apple sarà ovviamente automatica e contemporanea per tutti i dispositivi della mela morsicata per cui è stata annunciata la compatibilità, ma per accelerare i tempi e verificare manualmente la presenza dell’upgrade dal proprio iPhone o iPad, è possibile seguire il percorso Impostazioni Generali -> Aggiornamento Software -> Scarica e Installa oppure collegare il device a un Mac o a un PC via iTunes.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome