L’utilizzo di WhatsApp non conosce crisi e conferma che Mark Zuckerberg ha visto giusto quando, nel 2014, ha deciso di acquistare la chat per 19 miliardi di dollari portandola nell’ecosistema Facebook. Secondo i dati pubblicati da Statista, che richiamano quelli diffusi dalla società, gli 1,5 miliardi di utenti mondiali del più popolare software per la messaggistica istantanea via mobile stanno inviando 65 miliardi di messaggi al giorno, una cifra che segna una crescita progressiva. Nata nel 2009, all’annuncio dell’acquisizione, la chat aveva 20 miliardi di messaggi al giorno, meno di un terzo degli attuali. Poi l’esplosione, accompagnata dall’allargamento delle funzioni, tra cui la possibilità di inviare file.

E a conferma del magic moment da parte delle società di Mark Zuckerberg ecco che le storie su Instagram potrebbero arricchirsi di una colonna sonora. Nelle righe del codice della app – riferisce il sito TechCrunch – sono infatti stati scovati riferimenti alla musica, che lasciano pensare a un ingresso delle canzoni sulla piattaforma che è stata di recente acquisita da Facebook. Attraverso i music stickers, una sorta di adesivi musicali, gli utenti avrebbero modo di cercare un brano da abbinare ai loro post. La nuova funzionalità, inoltre, andrebbe a creare automaticamente un adesivo quando l’utente sta ascoltando una canzone via smartphone.

WeChat per il Comune di Prato per comunicare con i cinesi

A proposito di messaggistica via smartphone, è attivo il profilo WeChat ufficiale del Comune di Prato, primo ente in Italia a creare un canale sul social network maggiormente diffuso nella comunità cinese. WeChat è un’applicazione multifunzione – del tutto simile a WhatsApp – che funziona su tutti i modelli di smartphone. Verrà utilizzata per la diffusione di informazioni di pubblica utilità in lingua italiana e cinese (mandarino), come avvisi sui servizi pubblici, iscrizioni a scuola, eventi culturali, allerta meteo e per altre notizie utili per chi vive a Prato. Nel dettaglio WeChat è l’applicazione di messaggistica più usata in Cina con 980 milioni di utenti attivi.

Nel capoluogo toscano a pochi chilometri da Firenze, circa il 10% dei cittadini – almeno 20.000 persone, in maggioranza cinesi – utilizzano WeChat. Di conseguenza la scelta non è stata affatto casuale, ma risponde ai bisogni e alle esigenze della città della città. Questa app risulta il canale di comunicazione digitale più efficace per comunicare con la comunità straniera più numerosa in città.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome