Via libera alla distribuzione del nuovo aggiornamento Windows 10 Fall Creators Update. Oggi è il giorno dell’avvio del rollout, ma non è affatto detto che il dispositivo in nostro possesso, sia esso un PC o un notebook, possa ricevere subito l’update. Anche per evitare i soliti problemi di rallentamenti e intasamenti di server, Microsoft ha deciso di procedere con gradualità nel permettere di scaricare e installare il nuovo software. In attesa della notifica della disponibilità del download, attesa nell’arco di pochi giorni, come funziona l’aggiornamento e vale la pena procedere con l’aggiornamento? Windows 10 Fall Creators Update, si ricorda, porta con sé cambiamenti di rilievo nell’interfaccia grafica e nell’utilizzo per via del nuovo Fluent Design System.

Ecco quindi l’interazione migliorata con l’illuminazione della stanza in cui si trova il PC, nuove animazioni desktop e le applicazioni che vengono ridimensionate in automatico in base al display utilizzato. Grazie al cloud, gli Appunti permettono di sincronizzare le operazioni di copia e incolla con tutti i device sui quali è configurato lo stesso account Microsoft. E c’è anche una funzione Timeline per scorrere le attività e riprendere, ad esempio, la stesura di un documento Word dal punto in cui l’avevamo lasciato. L’app Contatti consente di inserire i contatti preferiti sulla barra delle applicazioni per accedervi più facilmente.

La nuova funzione OneDrive su Richiesta consente di visualizzare i file salvati nel cloud di Microsoft in Esplora risorse senza doverli sincronizzare sul proprio dispositivo Windows locale. In questo modo è possibile risparmiare spazio sul computer perché i file saranno scaricati sul disco solo nel caso ci servono. Questa funzionalità è compatibile con qualsiasi app.

Realtà aumentata con Windows 10 Fall Creators Update

Continua l’impegno di Microsoft nei confronti della realtà virtuale e della realtà aumentata di cui Windows 10 Fall Creators Update dovrebbe essere l’ambasciatore. La casa di Redmond messo a disposizione il primo Windows Mixed Reality Dev Kit realizzato da Acer e HP e acquistabili rispettivamente a 299 e 329 dollari. I visori realizzati dai due produttori si differenziano per il design, ma offrono pressoché le stesse funzioni con doppio schermo a cristalli liquidi da 1.440 x 1.440 pixel, refresh fino a 90 Hz e angolo di visuale di 95 gradi. In aggiunta è stato rivelato il Windows Mixed Reality motion controller, da usare in abbinamento col visore per fornire una migliore immersività nel mondo virtuale. Questi controller sono dotati di tracciamento ottico per rilevare il movimento, touchpad e trigger.

Windows 10 Fall Creators Update e video in HDR

Da Impostazioni -> Personalizzazione -> Riproduzione video è possibile settare nuove opzioni per la riproduzione dei filmati. Se si ha un monitor compatibile si può abilitare lo streaming in HDR e sono state aggiunte alcune impostazioni per decidere se ottimizzare lo streaming video per l’uso della batteria o della qualità video. Ulteriori impostazioni per regolare la qualità dei colori se si dispone di un monitor HDR sono disponibili in Impostazioni -> Sistema -> Schermo.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome