Forse non tutti sono a conoscenza del programma “Riuso & Riciclo” che già dal 2014 Apple ha messo in atto. Attraverso il programma, si può ricevere uno sconto sull’acquisto di un nuovo dispositivo, consegnando negli Apple Store, il proprio iPhone, Mac, iPad ma anche gli altri smartphone e computer che vi rientrano, o richiedendo una valutazione online.

Allo stato attuale, l’iniziativa non prevede che venga offerto nessuno sconto nell’acquisto di un nuovo prodotto Apple, qualora il dispositivo consegnato non funzioni correttamente ovvero non si accenda o abbia lesioni sullo schermo o dei tasti non funzionanti ma che venga solo preso in carico per lo smaltimento gratuito. A tal proposito, Apple i suoi partner che aderiscono all’iniziativa, avrebbero deciso di apportare alcune modifiche alle condizioni previste dal programma “Riuso & Riciclo”.

A breve, probabilmente già dalle settimane a seguire, gli iPhone, iPad, Mac e tutti gli smartphone e computer che rientrano nel programma, verranno accettati anche se danneggiati e non funzionanti. Questa è da definirsi un’ottima tecnica per incentivare i possessori di dispositivi, magari un pò datati, a recarsi presso gli Apple Store per lasciare il vecchio iPhone e portare a casa ad un prezzo piuttosto vantaggioso, un iPhone di ultima generazione.

Una scelta quella di Apple, che farà sicuramente alzare ancora di più le vendite del melafonino. Ma anche una bella alternativa per gli utenti Apple, che spesso si trovano con danni al dispositivo e sono combattuti nella scelta di riparare il vecchio o sostituirlo e acquistarne uno nuovo. Con il programma “Riuso & Riciclo” la scelta dovrebbe essere più agevolata considerato che si parla di una valutazione usato che va da 50 dollari fino a 250 dollari per un iPhone 6 Plus.

Restiamo quindi in attesa di sapere se la scelta di Apple di inserire nell’iniziativa anche i dispositivi che presentano mal funzionamenti andrà a buon fine.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 11 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome