Conti

Quaranta miliardi servono per fare tutti gli interventi finora detti nell’iter economico dall’esecutivo e si iniziano a cpaire alcune coperture, ma che non sono sufficienti.

Ben 27 miliardi, più della metà necessaria, sarebbe, infatti, presa in deficit con il 2,4% tanto discusso, mentre il restante al momento da una spending review dei ministeri e tagli alle detrazioni fiscali

I tagli alle detrazioni fiscali sarebbero sulle cosidette agevolazioni tax expenditures che valgono 300 miliardi, ma sarebbe toccate solo lievamente, portando la percentuale di detrazione dal 19% al 17% per le detrazioni dei mutui, spese sanitarie, polizza vita.
Circa 3,6 miliardi verrebbero da tagli lineari ai ministeri e sprechi statali, ma non sono stati precisati ancora e per questo al momento vengonod efiniti lineari.

Il problema che solo con questi due sistemi per recuperare denaro, non si riesce ancora a coprire la seconda parte di quanto necessario, ovvero quella non fatta in deficit

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome