Ibm Summit nuovo primato Super Computer

La rivalità per il super computer ha spinto da anni nazioni o gruppi di nazioni a impressionanti sviluppi tecnologici e lo sta continuando a fare. In modo particolare in questa particolare competizione, che è un vero bene per tutta l’umanità, vi sono Usa, Cina, India, Giappone e Unione Europea.
E ora gli Stati Uniti con Ibm Summit, ritornano ancora primi, con questo nuovo super computer realizzato, appunto, da Ibm e che si trova all’ Oak Ridge National Laboratory. Solo qualche tempo fa, nella classifica gli Usa erano stati scavalcati dalla Cina, ora ritornano loro ad essere i leader.
Interessante sapere che riesce ad elaborare dati ad una velocità tale che un normale ci impiegherebbe ben 30 anni.
Il test che ne ha decreto l’entrata in prima posizione come compute rpiù potente del mondo mai realizzato è stato fatto da Top500, società che si occupa di stilare queste classifiche.
A livello tecnico Ibm Summit, che occupa a livello di dimensioni uno spazio come due campi da tennis, è costituito da 4608 nodi,ognonu dei quali con due CPU Power9 e sei GPU Nvidia Tesla V100. Ogni server è dotato 9216 CPU a 22 core e oltre 27.648 Nvidia Tesla pe run totale di memoria dieci petabyte. Per raffredarlo occorrono quattromila galloni d’acqua al minuto e necessità di una energia pari a quella che alimenterebbe 8mila abitazioni

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome